Infortunio Kakà: il brasiliano rischia un mese di stop

La trasferta di Torino lascia diversi strascichi negativi alla squadra rossonera, costretta a fare i conti con una serie di infortuni che rischiano di tener fuori alcuni degli uomini cardine. Nelle scorse settimane la malasorte si è accanita sul reparto difensivo, privandolo di De Sciglio, Abate e Bonera, stavolta il settore più colpito è il centrocampo. Montolivo, sostituito nel corso dell’ultimo match, starà fuori per circa 20 giorni a causa di una lesione al bicipite femorale sinistro, mentre l’acciaccato Poli salterà la trasferta di Glasgow per un ematoma al quadricipite destro non ancora riassorbito.

Ma la situazione che preoccupa di più è quella di Ricardo Kakà: l’infortunio del brasiliano si è rivelato più grave del previsto e lo costringerà ad uno stop forzato di almeno un mese. Dopo l’entusiasmo iniziale per il ritorno nella squadra con la quale si è affermato come fuoriclasse di livello mondiale, ecco la doccia fredda che nessun rossonero si augurava. Alla luce delle ultime stagioni madrilene, durante le quali ragazzo di Brasilia è stato spesso vittima di problemi fisici più o meno gravi, la lesione muscolare all’adduttore sinistro rimediata col Torino non può però sorprendere più di tanto. Il fisico di Kakà non è più quello del 2007, e il basso minutaggio riservatogli dai diversi allenatori gli ha sottratto parzialmente l’abitudine a giocare con continuità ad alto livello.

Dopo aver appreso la notizia, l’FC Milan ha rilasciato sul proprio sito ufficiale un video in cui “Ricky” dichiara di volersi sospendere lo stipendio per il periodo in cui starà fuori. Un gesto nobile che ricorda quello di un altro ex rossonero, il centrocampista Fernando Redondo, anch’egli acquistato dal Real Madrid qualche anno fa. L’argentino avrebbe dovuto essere il perno del centrocampo del Milan di Zaccheroni, ma i continui problemi fisici lo costrinsero ad un calvario continuo e al ritiro anticipato dall’attività agonistica. Un destino che nessun tifoso di calcio augura a Kakà, anche per la statura umana di un ragazzo sempre esemplare nel comportamento dentro e fuori da un campo di calcio.

Ecco il video del discorso completo del brasiliano:
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=58wNHzjEYP4&hd=1[/youtube]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *