“Pirati dei Caraibi 5”: sospetto rinvio al 2016 per il sequel

Pare che il sequel dei Pirati dei Caraibi – il quinto episodio della saga – non uscirà più nell’estate del 2015, come si era inizialmente previsto, bensì nel 2016. Le ragioni? La versione ufficiale dichiarata alla stampa dal produttore, Jerry Bruckheimer, è che la sceneggiatura ha incontrato qualche problema ed è ancora “work in progress”.

Altra motivazione addotta da Bruckheimer si riferirebbe al ricco calendario di uscite Disney già previste per l’estate 2015 e che renderebbero, forse, troppo affollato il botteghino. Da “Batman vs Superman” a “Star-Wars: Episode VII”, al film della Pixar “Inside Out”, ad un nuovo episodio di “The Avengers”: troppi titoli a fare compagnia al pirata, meglio rinviare.

Si vocifera, però, che il reale problema sarebbe l’idolo dei fan, Johnny Depp, che non acconsente ad una riduzione di cachet da 95 ad 80 milioni di dollari. Jack Sparrow appare un po’ venale? forse i fan immaginano l’eroico capitano in una veste più “parsimoniosa”. Certo è che il film senza Depp perde di significato: Sparrow senza il bel volto dell’attore perderebbe di appeal ed i 190 milioni messi a budget per la produzione del sequel rischierebbero un flop per inferiori incassi. Dopo il flop di “The Lone Ranger“, che lo scorso agosto ha fatto registrare incassi ben al di sotto delle aspettative, la Disney non può sforare ulteriormente e Depp – protagonista anche nella sfortunata pellicola – dovrebbe ridimensionare le richieste.

Il nuovo capitolo – “Pirates of Caribbean: Dead men tell no tales” – resta in stand-by. Incerta anche la Cruz che fa spallucce quando le si chiede se sarà ancora nel cast. Insomma, ancora è tutto in divenire ed i fan dovranno attendere.