Vogue Fashion Night Out 2013, trampolino per giovani talenti

Dopo Londra, Firenze e altre città modaiole eccoci ritornati a Milano per un incontro che oramai è diventato un habituè: la Vogue Fashion Night Out 2013 che quest’anno si terrà proprio stasera, il 17 settembre 2013.
Ora di sicuro molti storceranno il naso pensando ad una serata che inneggia al lusso in un momento economicamente particolare come il nostro.

Invece questa notte va di sicuro considerata in chiave positiva, restando un evento glamour molto atteso che celebra il connubio moda e shopping celebre in tutto il mondo, grazie alle iniziative messe in campo dal capoluogo lombardo.
Gli store che avranno le saracinesche aperte fino alle 23.30 saranno quasi 500 e per l’occasione venderanno prodotti creati appositamente per l’edizione 2013 della manifestazione.

Gli appuntamenti con le grandi firme sono tanti e in alcune occasioni c’è la possibilità di accaparrarsi dei buoni omaggi (dono che fa sempre piacere).
L’attività è nata nel 2009 ad opera di Vogue che più che come celebrazione della moda, voleva fungere da rilancio per l’economia del settore, anch’esso gravemente intaccato dalla recessione
Tra i tanti intervenuti a sponsorizzare la serata sono presenti anche Expo 2015, Visa, Lavazza, QVC e tanti altri nomi italiani che si impegnano per un rilancio della nostra economia e, cosa importante con un così alto tasso di disoccupazione, anche con il lancio di nuovi talenti.

Infatti Visa nell’ambito Vogue Talents, premia alcuni giovani talenti italiani selezionati con un concorso lanciato su Vogue.it che permetterà ai vincitori di esporre le proprie creazioni in un temporary store per una notte nel cuore del fashion District: Via della Spiga.
Campari, official drink della serata, offrirà il suo cocktail Campari Orange Passion in alcuni punti vendita selezionati con giovani bartender di talento.
Lavazza, invece, metterà in vendita a scopi benefici le lattine di caffè “limited edition” firmate da sei artisti contemporanei, tra cui Francesco Vezzoli e Vanessa Beecroft.

In Via Borgospesso nell’omonimo negozio la serata continua con VFNO RitmodiVita. Insieme a raffinati cocktail crea un’idea fashion dedicata alla Danza, show ispirato al mondo della danza, un assaggio emozionante di danza classica in compagnia di giovani talenti italiani dell’Accademia Veneta di Danza e Balletto.

L’evento cult è oramai un anniversario che celebra un legame non solo tra moda e la città, ma con il settore economico. L’Assessore alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo Economico, Moda e Design Cristina Tajani lo definisce: “Un appuntamento ormai divenuto tradizionale per la città che apre le sue porte alla moda, portando il gusto del bello e del ben fatto giù dalle passerelle per le strade, non solo del centro cittadino.

La Vogue Fashion’s Night Out, infatti, è insieme l’occasione per valorizzare un settore produttivo trainante per il nostro territorio e per connettere il mondo della moda con la città. “Quest’anno – conclude l’Assessore – grazie a quest’evento sarà possibile riqualificare e aprire ai ragazzi del quartiere il campo sportivo, gli spogliatoi e l’area verde annessa all’incubatore di impresa sociale di via Valtrompia 65, zona 8 nel quartiere di Quarto Oggiaro, sottolineando un’attenzione al sociale di questo evento che per noi è importante

Il direttore di Vogue Italia Franca Sozzani durante la conferenza per la presentazione dell’iniziativa ha commentato così “Siamo orgogliosi di continuare a contribuire a dare il nostro sostegno al mercato della moda che rappresenta uno dei settori economici più importanti, in particolare nel nostro Paese. Coinvolgendo migliaia di persone e che oramai giunto alla sua quinta edizione, l’evento è un appuntamento fisso con il territorio. Inoltre, Vogue Fashion’s Night Out è anche l’occasione per sostenere progetti concreti a favore delle città e delle collettività che ci ospitano”.

Ecco che la notte si trasforma in un trampolino di lancio per vecchi e nuovi artisti del settore e non e per dimostrare che si siamo in difficoltà, ma che ci sono ancora giovani che credono di poter realizzare i propri sogni e qualcuno che si impegna per far si che si realizzino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *