Faccia a faccia con i ricercatori all’evento MeetmeTonight a Milano

Il 27 settembre sotto un cielo di stelle all’ombra della madonnina si terrà laMeetmeTonight 2013, la Notte dei ricercatori Lombardi.

L’evento è sponsorizzato da vari poli universitari milanesi quali il Politecnico, Statale, Bicocca e Comune di Milano, e nei giardini di Porta Venezia “Indro Montanelli”, si terranno varie attività, suddivise tra 5 macro-aree tematiche: salute e medicina, arte e creatività, scienza e società, food, energia, ambiente e società, mentre saranno aperte a tutti dalle 15 fino a mezzanotte.

Il pubblico potrà così venire a contatto con i vari sapori dell’acqua o interagire con un robot, progettare uno spazio pubblico urbano o rispondere a una serie di quiz sulle cellule staminali, scoprire i segreti della migrazione cellulare o simulare maxi emergenze per salvare vite umane.

Tra questi vari laboratori saranno presenti anche due concorsi aperti a ricercatori e a laureandi anche europei : MeetmeTonight- MusicFestival e Faccia a faccia con la Ricerca, una competizione fotografica aperta a tutti i maggiorenni italiani residenti sul territorio, che scadrà il 20 settembre. Il contest fotografico è organizzato in collaborazione con Polifemo, Associazione Culturale indipendente gestita da un collettivo di professionisti dell’immagine, che opera all’interno de La Fabbrica del Vapore. Quest’associazione organizza iniziative e mostre fotografiche promuovendo il lavoro di autori emergenti ed eventi utili a chi vuole approfondire la conoscenza della fotografia e del suo linguaggio.

Il Music Festival, condotto da Francesco Facchinetti, presenterà le performance dei dieci finalisti del contest musicale, a cui seguirà la premiazione dei vincitori dei due contest promossi dalla manifestazione.

Tutta l’iniziativa rientra nel progetto “Researchers’ Night” promossa dalla Commissione Europea, ed ha ricevuto il sostegno di Fondazione Cariplo.
Da nove anni, in oltre 300 città d’Europa, ricercatori ed istituzioni si danno appuntamento per portare la Ricerca fuori dai laboratori coinvolgendo i cittadini in occasioni di incontro in un contesto divertente e stimolante.

Purtroppo conosciamo il momento critico in cui versa il nostro sistema scolastico e universitario, specie nell’area della ricerca, spendere quindi una giornata a condividere ciò che questi ricercatori si impegnano a fare ogni giorno può essere molto stimolante.

Questa è un occasione per entrare a contatto con la professione di ricercatore, il cui operato è quanto mai importante per il futuro di ogni paese e per dimostrare anche ai giovani che vogliono fare ricerca che non devono per forza emigrare in altri paesi, ma che anche il nostro nel suo piccolo ha qualcosa da offrire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *