Napoli-Borussia Dortmund Champions League: partenopei da sballo

Il Napoli compie l’impresa e batte per 2 a 1 i vicecampioni d’Europa grazie ai gol di Higuain e Insigne. L’esordio di Benitez nella panchina partenopea parte col botto: davanti a un San Paolo tutto esaurito gli azzurri si sbarazzano con un gol per tempo della squadra tedesca e conquistano tre punti importantissimi per il cammino nel girone F di Champions. Per i tedeschi espulsi l’allenatore Klopp per proteste e il portiere Weidenfeller. Paura nei minuti finali dopo l’autogol di Zuniga.

Il match. Rafa Benitez abbandona il turn-over visto in campionato e preferisce Britos e Insigne a Cannavaro e Pandev; Klopp recupera Blaszczykowski a destra, mentre deve fare ancora a meno di Gundogan e Piszczek. Il Napoli parte forte: al 13′ Insigne sfiora il palo dopo una grande azione sulla sinistra e al 16′ Higuain si fa anticipare da Subotic al momento del tiro. La difesa del Borussia non pare impeccabile: le verticalizzazioni dei partenopei fanno male. Al 29′ arriva il vantaggio: Zuniga è bravo a liberarsi di un avversario e a mettere al centro per El Pipita, che approfittando dell’assenza momentanea di Subotic in area di rigore, realizza con un gran colpo di testa.

Klopp s’infuria con il quarto uomo per il ritardato rientro del suo difensore, fermo a bordo campo per un infortunio al volto, e viene cacciato dal direttore di gara Miranda. Allo scadere del primo tempo anche Weidenfeller prende anzitempo la via degli spogliatoi: il capitano dei vicecampioni d’Europa interviene con le mani fuori area su un pallonetto di Higuain lanciato verso la porta e lascia la sua squadra in dieci per tutto il secondo tempo. Nella ripresa la squadra di Dortmund, nonostante l’inferiorità numerica prova a farsi vedere in avanti con la velocità di Aubameyang, entrato al 45′ al posto dell’infortunato Hummels, ma si espone inevitabilmente al contropiede azzurro.

Al 62′ il Napoli sfiora il raddoppio con Hamsik, dopo una mischia all’interno dell’area. Ma la gioia del secondo gol arriva poco dopo: una punizione perfetta di Insigne s’insacca all’incrocio dei pali battendo l’incolpevole Langerak e fa espoldere il San Paolo. I padroni di casa sembrano giocare ora sul velluto e fanno vedere a sprazzi di grande calcio. Negli ultimi minuti l’intensità cala e il Borussia a tre minuti dal 90′ accorcia le distanze, grazie ad un improvvido intervento di Zuniga in area che di tacco batte il suo portiere. Nei minuti di recupero gli uomini di Klopp tentano l’impresa, ma il Napoli riesce a portare a casa una vittoria importantissima contro una delle squadre più forti d’Europa.

Nell’altro match del girone F, l’Arsenal vince 2 a 1 a Marsiglia grazie ai gol di Walcott e Ramsey.