Champions League “Top” e “Flop”: Kakà-Robinho che intesa!

La 3.a giornata di Champions League ha regalato grandi giocate ma anche alcuni svarioni, 47 gol e tante emozioni, insomma non ha deluso i tifosi.

Tra i flop, senza alcun dubbio, gli scontri verificatisi fuori dallo stadio Velodrome fra i tifosi del Olympique Marsiglia e del Napoli. Lanci di pietre, tafferugli e parecchie persone ferite, tutte cose che con il calcio non c’entrano nulla.

Esce ridimensionato dalla gara contro il Chelsea lo Schalke 04 di Kevin Prince Boateng. I tedeschi erano primi nel girone E, avendo vinto le prime due gare, ma ieri sono stati annichiliti dal Chelsea che non ha nemmeno giocato una grande partita. Male anche Marsiglia e Austria Vienna, che perdono le rispettive gare contro Napoli e Atletico Madrid e dicono praticamente addio alla competizione.

Clamorosa debacle per lo Shakhtar di Mircea Lucescu. Gli ucraini perdono 4-0 a Leverkusen e si complicano non poco la vita. Ora la qualificazione agli ottavi passa dalla prossima gara a Donetsk, ancora contro i tedeschi.

Il peggiore di giornata è l’arbitro di Real Madrid-Juventus, il tedesco Grafe. Molti errori per il direttore di gara, i più eclatanti un rosso inesistente a Chiellini e un rigore non concesso alla Juventus (difficile da vedere, ma netto). Insomma, un disastro!

Tra i top impossibile non citare il match meraviglioso fra Arsenal e Borussia Dortmund. Hanno vinto i tedeschi, sarebbe potuta finire in pareggio, oppure avrebbero potuto vincere i gunners. Gara vibrante che ha regalato emozioni dal 1′ al 90′.

Prova assolutamente positiva del duo brasiliano milanista, Kakà-Robinho. Ottima intesa fra il numero 22 e il numero 7, culminata con l’azione del gol del temporaneo vantaggio contro il Barcellona. Merito anche di Allegri, che ha deciso di rinunciare a Matri e si è affidato all’estro di Kakà, nonostante l’ex Real Madrid rientrasse da un infortunio. Bene anche il Napoli di Rafa Benitez che vince per 2-1 a Marsiglia e sale al primo posto nel gruppo F in coabitazione con Arsenal e Borussia Dortmund e ora è in pole position per il passaggio del turno.

Ottima partita di Caceres al Bernabeu. Al rientro dopo un infortunio, l’uruguagio ha ringhiato su ogni pallone, non concedendo nessuno spazio a Marcelo ed è entrato nell’azione del gol di Llorente.

Meraviglioso Ibrahimovic. Lo svedese realizza 4 gol contro l’Anderlecht e trascina il Paris Saint-Germain verso gli ottavi di finale. Stesso discorso per Cristiano Ronaldo, che con la doppietta alla Juventus avvicina il Real Madrid al passaggio del turno.

Ennesima prestazione fenomenale per il brasiliano dell’Atletico Madrid, Diego Costa, che stende l’Austria Vienna con una doppietta e sale a quota 12 gol in stagione (10 nella Liga e 2 in Champions League ndr).