Serie A: Il Napoli espugna Firenze, la Juve passeggia col Catania

Il Napoli vince a Firenze con tanta fatica e si conferma insieme alla Juventus l’anti-Roma. Prima Callejon, poi Mertens con il primo gol in serie A, dopo il momentaneo pareggio di Rossi su calcio di rigore e la squadra di Benitez conferma il secondo posto a sole due lunghezze dai giallorossi in campo domani contro il Chievo.

Tutto facile invece per la Juventus di Conte, che si impone con un largo 4-0 sul un Catania non pervenuto a Torino. Vidal apre le danze, Pirlo e Tevez mettono in cassaforte la partita e Bonucci, peggiore in campo per distacco, firma la quarta rete.

Torna al gol Ricardo Kakà con la maglia rossonera, quattro anni e mezzo dopo l’ultima volta, ma per la squadra di Allegri non è sufficiente: Ciani di testa pareggia e la Lazio esce da San Siro con un buon punto.

Tremenda e inaspettata la sconfitta interna del Cagliari contro il Bologna. Gli isolani, in versione Halloween incappano in uno 0-3 devastante, che non fa sicuramente bene né per la classifica, né per le sorti di Lopez.

Bella prova dell’Udinese a Reggio Emilia contro un Sassuolo tuttavia mai domo e in dieci per l’espulsione di Zaza. A segno Di Natale su rigore e il colombiano Muriel. Inutile il momentaneo pareggio dello stesso Zaza.

E’ pazza la partita di Livorno fra la squadra di Nicola e il Torino che, dopo essere passato in vantaggio 0-2 durante i primi dieci minuti, si vede riprendere e addirittura superare 3-2. Fortunatamente per Ventura, però, Cerci ristabilisce la parità su calcio di rigore nel finale.

Il Verona vola e pare non fermarsi più. La squadra di Mandorlini vince 2-0 il match casalingo contro una Sampdoria, disordinata e imprecisa. Gomez e (ormai il solito) Toni regalano altri tre punti ai gialloblu che si lanciano al quinto posto in classifica.

Il Genoa sconfigge di misura un Parma reduce da un ottimo periodo e Gasperini regala un sorriso a Preziosi e ai tifosi, che adesso vivono l’incubo classifica con minor pesantezza. Donadoni, invece, non riesce a trovare continuità in un campo più che ostico, ma può sicuramente vantare una buona prova da parte dei suoi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *