Finale Fed Cup: le azzurre a caccia del quarto titolo della loro storia

Cagliari è pronta ad accogliere nel week end la finale di Fed Cup che vedrà di fronte l’Italia di Corrado Barazzutti e la Russia di Tarpischev. Tutti i pronostici sono dalla nostra parte: la Nazionale femminile di tennis cerca il quarto titolo della sua storia dopo i trionfi del 2006 contro il Belgio e quelli del 2009 e 2010 contro gli Stati Uniti.

Inutile dirlo: le defezioni arrivate nelle ultime settimane delle giocatrici russe più forti del mondo, oltre a spianare la strada alle azzurre, levano non poco interesse all’appuntamento del fine settimana nel capoluogo sardo. Sono addirittura 11 le rinunce tra infortuni e rifiuti delle tenniste ex sovietiche presenti nella top 100 del ranking WTA: prima tra tutte Maria Sharapova, che aveva annunciato la sua assenza già dallo scorso aprile. Nelle ultime settimane si sono aggiunte quelle di Maria Kirilenko, numero 18 del mondo, Svetlana Kuznetsova e via scorrendo di altre otto giocatrici sino al numero 136 della classifica, la ventiquatrenne Alexandra Panova, alla quale spetterà il compito di trascinare le sue ad un’impresa quasi impossibile.

In questi minuti, nella sede di Videolina, emittente locale sarda, si sono conclusi i sorteggi per gli accoppiamenti dei match che avranno inizio domani alle 12:30: sarà la nostra numero 2 Roberta Vinci a scendere in campo per prima proprio con la n.1 russa Alexandra Panova. Irina Khromacheva, grande speranza del tennis russo e scelta a sorpresa come seconda singolarista, affronterà la nostra Sara Errani nel match seguente. Domenica sarà la volta dell’incrocio delle due sfide e del doppio conclusivo, per il quale Corrado Barazzutti ha designato Flavia Pennetta e Karin Knapp.

Non dobbiamo farci distrarre dal fatto che giocheremo contro delle teenager” – ha dichiarato il Capitano Barazzutti invitando le sue alla prudenza – “Non posso nascondere che siamo favoriti, giochiamo in casa e le russe hanno una classifica peggiore, ma nello sport non c’è niente di scontato“. L’appuntamento è per domani alle 12:30 su RaiSport e in streaming su rai.tv.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *