Napoli-Catania: nel derby dei vulcani si contano gli assenti

Archiviate la vittoria e le polemiche dell’Artemio Franchi, per il Napoli è subito l’ora di rimettersi in riga e pensare al Catania, prima dell’importante sfida di Champions con l’Olimpique Marsiglia di mercoledì. Per la partita con i siciliani, la quinta in quindici giorni, Benitez probabilmente schiererà l’undicesima formazione diversa in undici partite, rivoluzione copernicana per chi è stato abituato alla fissità di uomini mazzarriana.

Il turnover dovrebbe riguardare in parte il reparto offensivo, dove Pandev e Insigne sembrano favoriti su Higuain e Mertens. Il belga però è in un momento di forma davvero eccellente, e l’allenatore azzurro potrebbe decidere di tenerlo in campo anche oggi. Il “Pipita” invece dovrebbe riposare non solo in ottica Marsiglia, ma soprattutto perchè lo si vuole al meglio per la sfida di domenica prossima allo Juventus Stadium. Senza di lui il Napoli ha subito gli unici due sgambetti stagionali (con Roma e Arsenal) e la sua incidenza per l’attacco azzurro è davvero alta (8 dei 22 segnati derivano da un suo goal o da un assist ai compagni), per cui almeno uno spezzone di partite potrebbe giocarlo.

A centrocampo probabile staffetta, con Dzemaili che dovrebbe partire al fianco di Behrami, mentre la difesa vedrà Mesto schierato sulla destra al posto dello squalificato Christian Maggio e il quasi certo impiego di Paolo Cannavaro, che dovrebbe subentrare a uno tra Fernandez e Albiol (più probabile il primo).

Il Catania invece, dopo il cambio d’allenatore, è ancora alla ricerca del primo successo. La situazione per De Canio, oltre che per la classifica deficitaria, è resa ancora più ardua da un numero davvero spropositato di defezioni di cui la squadra è vittima. Oltre allo squalificato Guarente la lista degli assenti comprende Spolli, Peruzzi, Rolin e Monzon in difesa e Plasil, Barrientos e Bergessio tra centrocampo e attacco. Probabili la presenza di Gyomber vicino a Legrottaglie e l’utilizzo di Keko vicino a Castro e Maxi Lopez.

Un Napoli-Catania con tante assenze, ma non per questo meno interessante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *