Lazio news: Petkovic vuole sicurezza e stabilità

“È arrivato il momento di dimostrare qualcosa. Abbiamo già cercato di farlo senza riuscirci, ora dobbiamo tirare fuori tutto quello che abbiamo dentro: servirà concentrazione per 90′, sia in attacco, sia in difesa. Il clima è abbastanza sereno, i ragazzi stanno lavorando bene anche se non abbiamo molto tempo visto che veniamo da due cicli di 7 partite. Quando torneranno tutti cercherò di stabilizzare la squadra. Su Keita sono contento di aver avuto ragione. I giovani dall’anno scorso hanno avuto diverse possibilità e stanno crescendo, come hanno fatto Onazi e Cavanda. A volte vanno a mille, altre magari meno bene. Bisogna dare tempo a tutti, vale anche per Keita: il suo lavoro in fase offensivo è ottimo, ma deve lavorare e sta migliorando anche in altre fasi. Se dovesse giocare mi aspetto una conferma. Konko e Radu? Devo valutare come stanno sul campo: sono pronti a dare tutto per la squadra, se non ci saranno nuovi problemi saranno a disposizione.”

Parla di concentrazione Petkovic in conferenza stampa, per lui il clima è sereno e probabilmente la vittoria in Europa League ha dato un pò di morale. Questo però non basta, nelle scorse settimane avevamo parlato di una Lazio in ripresa ed invece la sconfitta con il Genoa ha cancellato tutte le certezze che c’erano fino a quel momento. Petkovic poi ha parlato anche dei giovani, unica nota positiva in questo avvio di campionato. Keita e Cavanda quest’anno, e Onazi la passata stagione, sono diventati dei punti di riferimento del gruppo, dando quel qualcosa in più che alla squadra mancava. Mentre però i giovani vanno a mille però la “vecchia guardia” ha un pò di difficoltà. Petkovic ha parlato nello specifico di Hernanes e della sfida di Parma come svolta per il suo futuro:

“Per Hernanes è un problema di tranquillità, non deve dimostrare niente a nessuno. E’ un giocatore importante quando è sereno e tranquillo. A noi serve l’Hernanes visto l’anno scorso, ho visto segnali positivi ma non dipende solo da lui, ma anche dalla squadra che deve supportarlo.”

Sul Parma: “Una squadra messa bene in campo e che ha ottime individualità. Anche con la Juve hanno fatto vedere di poter fare la differenza, dobbiamo stare attenti: il Parma può fare un’ottima gara ma andare anche in difficoltà e noi dovremo riuscire a mettercelo”

Per concludere, Petkovic parla della sua idea sui risultati ottenuti finora: “A inizio stagione non abbiamo puntato troppo alto: credo in questa squadra, abbiamo perso dei punti e le altre tre squadre vanno fortissimo. Prima del Genoa eravamo lì, è un po’ esagerato dire che la squadra non gioca, spesso abbiamo creato e giocato, e anche dominato l’avversario sui tiri e sul possesso. Conta però il risultato, ci mancano al momento 4-5 punti ed è giusto essere criticato. Una partita decisiva per il mio futuro? No”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *