Blackberry non cede alle avance di Microsoft, Apple e Lenovo

Le speculazioni su un possibile smembramento o cessione della società canadese Blackberry Ltd sono sul web da settimane ma, il Consiglio di amministrazione non è dell’avviso che sia la migliore mossa da fare nell’interesse della società nonostante la Microsoft Corp, Apple Inc. e Lenovo Group, così come altri, hanno stipulato alcune proposte nella possibilità di un’acquisizione.

Microsoft e Apple hanno espresso interesse specialmente sui diritti di proprietà intellettuali e sui vari brevetti, in particolare per una risorsa chiamata Reuters. Il consiglio ha quindi messo in stand-by le offerte nei migliori interessi di chi abbia a che fare con l’azienda: operai, impiegati, azionisti, etc.

Blackberry era stata in trattative per la vendita dei brevetti Reuters già con la casa di produzione cinese Lenovo e la Cisco System, che sia tutta una strategia?
Una fonte non dichiarata ha confermato che il Consiglio ha confermato di aver scartato di alcune proposte non precisando però quali siano state eliminate e quali restano ancora in piedi, nessuna delle aziende in ballo ha voluto confermare o negare alcunché.

Nei giorni scorsi hanno nuovamente sorpreso gli investitori nominando un nuovo CEO ad interim e la conversione di un miliardo di dollari di alcune azioni di un gruppo di investitori abbastanza noti quali, Fairfax Financial Holdings, Canso Investment Counsel, Mackenzie Financial, Markel Corp, Qatar Holding e Brookfield Asset Management.

La scelta del nuovo vertice che guidi il colosso è stata decisa dopo l’accantonamento, almeno per il momento della possibilità di vendita, perché secondo notizie ancora più indiscrete non è veramente riuscito ad assicurasi nessuna offerta realmente solida.
Barrata la possibilità “vendita” restano molti dubbi sul futuro della società, che da leader del mercato è ora relegata ai margini, con le note Samsung e Apple a fare da regine.
La decisione di un’investimento di un miliardo di dollari permetterà una revisione strategica, già avviata nell’agosto scorso, ed è stata presa quando il nuovo sistema operativo e il nuovo Blackberry Z10 non hanno ottenuto il successo sperato.

Così il colosso si mette nelle mani di John Chen per rilanciare il futuro della nuova Blackberry: “Sono contento di entrare in una società con il potenziale di Blackberry, un marchio icona. Ci sarà bisogno di tempo, disciplina e decisioni difficili per reclamare il nostro successo“, ha affermato dopo la nomina Chen, sottolineando che si adopererà per aiutare la società nella svolta e per una modifica del suo modello di business a beneficio di clienti, azionisti e dipendenti.
L’annuncio odierno è un voto significativo di fiducia in Blackberry e nel suo futuro da parte di azionisti importanti di lungo termine” ha rimarcato Barbara Stymiest, presidente del consiglio di amministrazione di Blackberry, “Il CDA ha rivisto le alternative strategiche e concluso che questa è la migliore per Blackberry. Il finanziamento offre un’iniezione di liquidità immediata a termini favorevoli, rafforzando la nostra posizione.

A questo punto non ci resta che aspettare gli ulteriori sviluppi e decisioni amministrative che verranno prese dal nuovo CEO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *