Milan alla prova della verità contro il Celtic. Parola d’ordine: vietato sbagliare

L’ambiente del Milan in crisi di risultati non conosce pace. Dopo la diffusione della notizia dell’arrivo in ritardo di alcuni giocatori, tra cui Balotelli, all’allenamento di ieri, oggi Supermario ha fatto il bis: secondo quanto riporta “Sky Sport” l’attaccante rossonero è stato l’ultimo a presentarsi a Milanello questa mattina, raggiungendo i compagni con quasi mezz’ora di ritardo. L’Ad Adriano Galliani invece non si è recato nel quartier generale della squadra, e raggiungerà la comitiva direttamente a Malpensa prima della partenza per Glasgow. Alla vigilia del match con il Celtic la situazione non si rasserena di certo. Secondo quanto riferisce “gazzetta.it” Barbara Berlusconi è arrivata nel centro sportivo rossonero, e dopo aver assistito all’ultima parte della sessione di allenamento pranzerà con la squadra.

L’impressione agli occhi di gran parte degli osservatori esterni è infatti quella di una società in questo momento alla deriva, di una polveriera pronta ad esplodere alla prossima scintilla. La giornata di domenica, dopo il deludente pari casalingo contro il Genoa, è stata esemplare in tal senso. Ed è iniziata nelle prime ore del mattino, con l’ormai divenuto celebre tweet di Balotelli “This is the end”.

A dirigere la sfida sarà il turco Cuneyt Cakır, valida per la 5.a giornata del gruppo H di Champions League, in programma martedì sera a Glasgow. Cakir ha già diretto i rossoneri nella gara di andata dei playoff a Eindhoven contro il Psv (1-1 il finale) e recentemente ha arbitrato il Napoli nella trasferta di Marsiglia. A differenza del campionato, la situazione in Europa non è critica, in caso di vittoria i rossoneri potrebbero infatti staccare il pass per gli ottavi di finale. In una situazione di normalità i 3 punti sarebbero pienamente alla portata del (vecchio) Diavolo, ma il problema è che arriva a una gara così delicata in una situazione complessiva di assoluto caos.

Per quanto riguarda le formazioni, sono noti ormai i problemi di infortuni in casa Milan, gli ultimi a fermarsi sono stati Mexes e Muntari che saranno sostituiti da Bonera, non al meglio, e Poli. Allegri dovrebbe confermare Kakà nella posizione di trequartista a tutto campo, ma davanti ci sarà Robinho con Balotelli al posto di Matri.

Probabili formazioni:

Celtic (4-4-1-1): Forster; Lustig, Van Dijk, Ambrose, Izaguirre; Boerrigter, Ledley, Mulgrew, Samaras; Commons; Pukki.
A disp. Zaluska, Biton, Kayal, Rogic, Baldè, Stokes, Atajic. All. Lennon.

Milan (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Zapata, Bonera, Emanuelson; Montolivo, De Jong, Poli; Kakà; Balotelli, Robinho.
A disp. Coppola, Silvestre, Constant, Cristante, Nocerino, Birsa, Matri. All. Allegri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *