The voice of Italy 2 cerca il nuovo conduttore e saluta Cocciante

È in fase di ripresa la macchina di Rai Due per la nuova edizione del talent show canoro The Voice of Italy, che deve correggere un po’ il tiro rispetto al debutto visti i non brillanti dati di audience.
Abbiamo salutato il programma lo scorso 30 maggio con la vincitrice diciannovenne di Tirana Elhaida Dani, appartenente al team di Riccardo Cocciante, dopo una puntata con ospiti famosi, dai Modà in giro per l’Italia con il loro tour “Gioia” a Psy, vero e proprio tormentone con la sua “Gangnam Style”.

Al momento i rumors sono molti, ma una certezza c’è, ovvero che non sarà Fabio Troiano il conduttore della nuova stagione e i nomi che sono stati fatti sono molti. Il direttore di Rai Due parla così: “Per la conduzione di The Voice of Italy 2 credo si debbano cercare accompagnatori, non proprio dei conduttori, che siamo quindi più vicini al pubblico di riferimento, cioè i giovani. Questa è la nostra linea. Di certo non Francesco Facchinetti”. Sembra quindi pensata alla “Italia’s got talent” con Belen Rodriguez e Simone Annichiarico.

I primi nomi fatti sono quelli di conduttori tra la televisione e la radio; tra i più papabili Savino Zaba, ex conduttore del programma di Rai Uno Storie Vere e di L’Ottovolante su Radio Due.
Tra gli altri Niccolò Torielli, alla guida di Archimede su Italia 1, Carlo Pastore, già a suo agio con i talent avendo presentato in precedenza Extra Factor e X Factor Il Processo. E infine due specialisti dei programmi musicali, Ivan Olita presentatore a suo tempo di Top of the pops e Federico Russo che ha partecipato all’unica edizione italiana di Operazione Trionfo poi passato tra le fila dei programmi di MTV e Radio Deejay.

A proposito dei giudici-coach, certa è la presenza anche per questa edizione della signora della televisione Raffaella Carrà, che dopo la sua partecipazione come annunciato a Sanremo 2014, sarà pronta per tornare in poltrona. Come è quasi certa anche l’assenza di Riccardo Cocciante, che a TV Sorrisi & Canzoni parla così: “Non so se parteciperò ancora, anche se mi sono appassionato al ruolo di coach. Io non ripeto mai le esperienze, ma tutto è possibile. Ritengo di aver dato il mio contributo dicendo le cose in maniera più coraggiosa di tutti, senza badare alla forma televisiva e alla buone maniere”.

Per quel che riguarda invece il frontman dei Litfiba Piero Pelù, si dice ancora in dubbio; sta infatti cercando di capire se la produzione vorrà osare maggiormente con le canzoni in questa edizione che lui vorrebbe molto più rock. Il quarto giudice sembra essere riconfermato nella rossa Noemi, da X Factor come concorrente a The Voice seduta in poltrona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *