Italo Moscati ritrae Federico Fellini per ‘Cinecittà Si Mostra’

Gli Studios di Via Tuscolana hanno dato il via a Cinecittà Si Mostra, un progetto nato per ripercorrere per mezzo di eventi, mostre e iniziative varie la storia del cinema italiano e di tutti i suoi protagonisti. Cinecittà Si Mostra, Work in Progress è un’anteprima di quello che nei prossimi anni vuole diventare un vero e proprio grande museo del cinema che avrà sede permanente presso gli Cinecittà. Moltissime sono le iniziative che si stanno già organizzando: dai laboratori didattici per i bambini di Cinebimbicittà a Backstage, un percorso interattivo volto a scoprire tutti i segreti delle creazioni cinematografiche.

È Italo Moscati a informarci riguardo Cinecittà Si Mostra, Work in Progress, ovvero l’allestimento in fase di costruzione di un’esposizione che si andrà pian piano arricchendo per donarsi completamente al suo pubblico in un futuro molto vicino. Saranno create gallerie di fotografie, manifesti e gigantografie, ma si faranno anche proiezioni volte a narrare quella che è stata una storia costituita da circa 4000 film per i quali hanno lavorato i più grandi registi e attori della storia cinematografica italiana e mondiale, ma anche scenografi, costumisti, musicisti e montatori i cui nomi hanno ottenuto in breve tempo fama internazionale.

Italo Moscati, scrittore, regista e scenografo Milanese classe 1967, che molto ha scritto sulla storia del cinema, è il consulente storico di questa iniziativa, nonché ricercatore e regista di molti dei filmati che saranno realizzati. Ad affiancarlo ci sono i curatori di Cinecittà Si Mostra, Giovanni Licheri e Alida Cappellini, due tra i migliori scenografi italiani di sempre. Non è finita qui, accanto a Italo Moscati, Licheri e Cappellini c’è anche il giovane Giuseppe Basso vicedirettore generale degli Studios.

Moscati ci informa, inoltre, che in questo momento sta approfondendo le sue ricerche su Federico Fellini in occasione dell’anniversario dei vent’anni della sua morte. In un interessantissimo articolo apparso su Cineblog.it, lo studioso descrive i risultati delle sue ricerche e dei suoi studi su Fellini (Ricordiamo che Italo Moscati ha scritto anche un libro sul regista di 8 ½ nel 2010, intitolato Fellini&Fellini).

Del nostro Federico nazionale viene delineato un appassionante profilo emozionale, l’immagine di un regista molto attento alla ricerca dell’essenza più profonda della vita umana. Italo Moscati afferma «Fellini nei film era alla continua ricerca di “un principio ordinatore”: personaggi che rappresentano valori e pensieri da cui trarre ispirazione per vivere. Con loro cercava Federico che osava in ogni direzione: la magia, gli incantesimi, l’occultismo. Il bisogno di sapere e di trovare il senso della vita, lo spinse verso la psicanalisi incontrando psicanalisti famosi come Emilio Servadio ed Ernst Bernhard. Attento alla realtà, curioso, pronto a tutte le esperienza di conoscenza. Da grande artista».