‘Più libri più liberi’: la Fiera della piccola e media editoria arriva a Roma

Roma. Da giovedì 5 a domenica 8 dicembre torna “Più libri più liberi. Parti da un libro”, la Fiera nazionale della piccola e media editoria, promossa e organizzata dall’Associazione Italiana Editori e preceduta dal programma off di “Più libri più luoghi”.

La Fiera esordisce con la sua XII edizione presso il Palazzo dei Congressi (Piazza John Fitzgerald Kennedy) ed ha tradizionalmente lo scopo di offrire al maggior numero possibile di piccole case editrici uno spazio per far conoscere i propri libri, opere che altrimenti rischierebbero di passare in secondo piano rispetto alla produzione e distribuzione delle grandi case editrici. Essa rappresenta un appuntamento che, negli anni, è diventato l’occasione per scoprire il talento di piccoli editori altrimenti nascosti dai grandi bestseller pubblicati dai colossi editoriali.

L’incontro debutta ufficialmente nello spazio Caffé Letterario del Palazzo dei Congressi con gli interventi del presidente del Senato Pietro Grasso, del ministro dei Beni Culturali e del Turismo, Massimo Bray, dell’assessore alla Cultura di Roma, Flavia Barca, del commissario straordinario della Provincia di Roma, Riccardo Carpino, e dell’assessore alla Cultura e alle Politiche giovanili della Regione Lazio, Lidia Ravera. Gli onori di casa sono fatti dal presidente di Aie, Marco Polillo, che al termine dell’inaugurazione accompagna le autorità in un giro dei ben 374 espositori allestiti.

I 900 ospiti nazionali ed internazionali sono presenti in 310 appuntamenti e provengono dal mondo dell’editoria ma anche dello spettacolo, dei media e della società civile. Ricordo Arno Camenisch, Erri De Luca, Sandro Veronesi, Simone Caltabellotta, Zerocalcare, Gipi, Renzo Arbore, Concita De Gregorio, Roy Paci, Vauro, Paolo Virzì, Andrea Camilleri, Max Pezzali, Massimo Ghini fino ad arrivare all’82enne scrittrice irlandese Edna O’Brien che presenta il libro Country Girl per Elliot e l’intervento del giornalista-scrittore Diego Enrique Osorno, il «Saviano messicano» autore del libro inchiesta Z: La guerra dei narcos. La festa a cui andare sarà invece una sola, il Minimum Party sabato 7 dicembre dalle 23 al Teatro Lo Spazio.

Quello della piccola e media editoria è un settore ricco, fecondo, dinamico e che svolge un ruolo fondamentale nel panorama italiano resistendo al periodo di crisi. In queste quattro giornate viene dato rilievo al mercato editoriale con i dati Nielsen e al confronto tra editori con l’analisi di nuovi modelli di business. Si mostrano le ricchezze della piccola e media editoria anche promuovendo convegni e discussioni con i maggiori esperti del settore. I libri sono oggetto di confronto e riflessione e per questo Più libri più liberi cerca di coinvolgere anche gli studenti delle università e delle scuole di perfezionamento, un’importante occasione per dare attenzione al mondo professionale e ai giovani talenti.

Per chi volesse avere maggiori informazioni Più libri più liberi è anche sul Web consultando il sito ufficiale www.piulibripiuliberi.it in cui sono disponibili il programma della fiera, gli aggiornamenti e le ultime novità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *