Amore senza fine: coppia di anziani malati si toglie la vita insieme

Una coppia di anziani. L’amore eterno, senza fine, senza un limite, per sempre. “E vissero felici e contenti”, è così che si dice. Una vita vissuta in felicità, questo è certo. Con amore, gioia e fiducia. Sembra una storia da film, un copione perfetto da picco di ascolti e share. Sembra, ma è la pura realtà. Un amore eterno finito in tragedia. Royston e Glenys Smith sono stati trovati morti dopo essere caduti insieme dal loro appartamento a Crag Head il 3 dicembre dello scorso anno.
Si era aperta un’inchiesta nella Corte Bounemouth Coroner che affermava che i due anziani avessero lasciato un biglietto per i loro due figli: “Scusate ragazzi. Questo è il modo migliore. Troppo dolore. Con amore, mamma e papà”.

I bisnonni, di età compresa tra 91 e 88, temevano di essere separati e messi in cura dopo il peggioramento repentino delle loro condizioni di salute. Il signor Smith stava combattendo il cancro alla prostata, mentre sua moglie ha subito un infortunio alla schiena e soffriva di osteoporosi.

Il loro figlio, Michael Smith, ha dichiarato: “La famiglia sapeva sarebbero arrivati dovunque insieme, avrebbero vissuto qualsiasi cosa assieme. Sono sempre stati e sempre rimarranno inseparabili”.

Coroner Sherriff Payne aveva infine affermato: “Hanno fatto una scelta davvero coraggiosa; hanno deciso di dar fine, insieme, alla loro vita. Con un abbraccio”.

Un gesto coraggioso dettato dalla paura e dalla sofferenza, dal dolore. Dalla paura di non essere accettati e amati per colpa di una malattia, per colpa di una salute caduca e ballerina. Dalla sofferenza dettata dalla debolezza, dal rifiuto degli altri. Dal dolore per il male provocato dall’indifferenza, dalle medicine, dalla noncuranza, dalle cliniche considerate incubi di cemento e calcestruzzo. Una storia che colpisce e ferisce, ma in fondo alla pagina fa sorridere e commuovere.

Sono due cuori malati che hanno deciso di ballare insieme l’ultimo valzer del loro percorso di vita. Insieme. Con amore. Per sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *