Battere il coronavirus con buonsenso e senza lockdown si può: il caso Svezia
Battere il coronavirus con buonsenso e senza lockdown si può: il caso Svezia

Battere il coronavirus con buonsenso e senza lockdown si può: il caso Svezia

Coronavirus, l’indice di contagio in Svezia scende sotto l’1 senza lockdown, con anche bar e scuole aperte. Il segreto? Il buon senso dei cittadini

Mentre tutto il mondo ha praticamente fermato le lancette dell’orologio barricandosi per difendersi dal coronavirus e sconfiggerlo, c’è chi non lo ha fatto e ha ottenuto gli stessi risultati. Stiamo parlando della Svezia, che al contrario degli altri Paesi ha deciso di non fermare la propria economia puntando solo sul distanziamento sociale e il buon senso dei propri cittadini, strategia che ha dato i suoi frutti. Secondo uno studio pubblicato dall’agenzia sanitaria pubblica svedese infatti, già al 6 maggio 2020 l’indice di contagio era sceso sotto l’1, soglia entro il quale è ritenuto sotto controllo. Mentre gli altri paesi hanno iniziato le prime riaperture solo dopo aver portato l’indice sotto l’1, la Svezia è riuscita nel medesimo obiettivo mantenendo aperto tutto, dai bar alle scuole. Il complimento va anche ai cittadini, che hanno seguito alla lettera le indicazioni di precauzione del proprio governo. Unica nota stonata le case di riposo, che hanno avuto una mortalità molto alta sollevando polemiche contro il governo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – Milano, il Covid è già un ricordo: la movida “assembrata” – VIDEO

Coronavirus Svezia, la difesa dalle accusecoronavirus kawasaki

Negli ultimi giorni, complice il tasso di mortalità alzatosi nell’ultima settimana, sono state mosse alcune polemiche sulla gestione del coronavirus in Svezia. “Numeri fuorvianti” ha prontamente ribattuto prontamente l’epidemiologo Anders Tegnell, il quale ha spiegato che non ha senso confrontare i dati di una sola settimana. L’indice di contagio resta comunque sotto quota 1, e l’aumento della mortalità è indipendente dall’andamento dei contagi.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) infatti, la Svezia è un esempio da seguire per la lotta al coronavirus, perchè sin da subito è passata alla situazione di convivenza con il virus. In questo modo è  la nazione è riuscita a mantenere un rapporto fiduciario con i propri cittadini. Nonostante gli esperti avessero ritenuto che senza lockdown l’indice R0 avrebbe raggiunto picchi di 3 o 4,  la Svezia ha dimostrato di poter raggiungere lo stesso obiettivo senza bloccare l’economia del paese.