Netflix snobba i Festival del cinema per puntare ad un altro obiettivo
Netflix snobba i Festival del cinema per puntare ad un altro obiettivo

Netflix snobba i Festival del cinema per puntare ad un altro obiettivo

Netflix non prenderà parte ai Festival del cinema, a dare la notizia è il sito giornalistico Indiewire, secondo cui il colosso dello streaming si starebbe concentrando su un obiettivo più alto.

A quanto pare Netflix starebbe valutando l’idea di non far partecipare le proprie produzioni ai principali festival cinematografici di tutto il mondo. Il motivo? Avrebbe intenzione di puntare direttamente agli Oscar 2021, che anno già aperto la competizione anche ai film in streaming.

La pandemia che ha attraversato il mondo e cha ancora continua a mietere vittime, ha bloccato praticamente tutto, anche nel mondo del cinema. Molte manifestazioni cinematografiche infatti arrancano, Cannes ha deciso di annullare l’edizione del Festival, mentre la Mostra del Cinema di Venezia avrà luogo nei modi stabiliti.

In base a quanto riportato da Indiewire, Netflix avrebbe già deciso di non portare le proprie produzioni in alcun festival, compresi dunque Venezia, il New York Film Festival e il Toronto Film Festival.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>

George Floyd, Minneapolis in fiamme: la minaccia di Trump

Netflix: ecco perché la società canadese decide di snobbare i festival

Netflix e Italian Film Commission
Netflix (Pixabay)

Il motivo principale di questa scelta sta nella necessità di concentrarsi lui cambiamenti previsti per gli Oscar 2021. Causa Coronavirus infatti, i regolamenti dell’Academy e dei Golden Globes hanno dovuto essere modificati, prevedendo l’apertura agli Oscar anche dei film presentati in streaming. Ecco perché Netflix ha più interesse a concentrarsi direttamente sull’obiettivo più importante.

 Dunque, a differenza degli anni scorsi, in cui era fondamentale far conoscere le produzioni Netflix attraverso i Festival, quest’anno la situazione è decisamente cambiata.

Al momento ciò che di ufficiale si sa è che il colosso dello streaming ha rimosso dal circuito dei festival diversi titoli molto attesi, tra questi ci sono Mank di David Fincher, interpretato da Gary Oldman e Amanda Seyfried, Hillbilly Elegy di Ron Howard, con Amy Adams, I’m Thinking of Ending Things di Charlie Kaufman interpretato da Toni Collette e Jesse Plemons, Ma Rainey’s Black Bottom di George C. Wolfe, con Viola Davis, Denzel Washington e Chadwick Boseman.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Le Frecce Tricolore passano da Napoli: spettacolo mozzafiato – Video