Nuovo Dpcm dal 14 luglio, dalle mascherine alle discoteche: le restrizioni
Nuovo Dpcm dal 14 luglio, dalle mascherine alle discoteche: le restrizioni

Nuovo Dpcm dal 14 luglio, dalle mascherine alle discoteche: le restrizioni

Dopo la risalita dei contagi in Italia, il presidente Conte ha deciso di stabilire nuove restrizioni attraverso il Dpcm che partirà dal 14 luglio

Il Coronavirus continua ad essere una minaccia molto pericolosa per l’Italia. Negli ultimi giorni la curva dei contagi ha visto un leggero incremento e sono stati scoperti nuovi focolai nella penisola. Così, per continuare a proteggere i cittadini italiani dal rischio contagio, il presidente Giuseppe Conte ha deciso di far partire un nuovo Dpcm. Questo entrerà in vigore a partire dal 14 luglio e rimarrà fino al 31 luglio. All’interno del nuovo decreto sono contenute tutte le norme da rispettare e le limitazioni che tornano in vigore. Nuove chiusure per le discoteche e controlli a tappeto sulle spiagge e nei negozi, con multe salate e rischio di ritiro della licenza per i gestori.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Governo, leggero ripensamento sul prolungamento dello stato d’emergenza

Dal 14 luglio in vigore il nuovo Dpcm: mascherina obbligatoria, nuove chiusure e multe salatissime

Conte in visita a Pellestrina: lo accolgono in mutande
Giuseppe Conte

Entrerà in vigore da domani il nuovo Dpcm istituito dal PresidentedelConsiglio,GiuseppeConte, per limitare i contagi da Coronavirus. Nel decreto si torna all’obbligo di mascherina nei luoghi chiusi come negozi, centri commerciali, ma anche su treni, autobus e tutti quei luoghi in cui non è possibile garantire il distanziamento. Inoltre viene posticipato il via libera all’apertura delle discoteche al chiuso ed alle fiere e sagre. A decidere però saranno sempre le Regioni, che potranno prendersi la responsabilità delle riaperture. Anche i controlli saranno intensificati, sopratutto nelle spiagge. Anche ristoranti, bar e palestre verranno presi di mira dai controlli serrati, che vedranno anche un inasprirsi delle multe, con la possibilità anche di revoca della licenza o chiusura temporanea del locale per i gestori che non rispettano e non fanno rispettare le normi nei loro locali. Il tutto resterà in vigore fino al 31 luglio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Salvini su Twitter contro un pakistano molestatore: ma la notizia è inesatta