Huawei ha superato Samsung nelle vendite di smartphone nel mondo

Nell’ultimo trimestre Huawei è diventato il leader mondiale di vendite di smartphone, indica un rapporto di Canalys.

Per la prima volta nella storia l’azienda cinese Huawei ha superato la multinazionale sudcoreana Samsung nelle vendite di smartphone nel mondo. È quanto emerge da uno studio da poco pubblicato da Canalys, nota e rispettata società di analisi e di consulenza in ambito tecnologico. Il risultato segue un trend che già da alcuni anni vede il colosso cinese conquistare quote di mercato sempre più ampie in Europa. C’è un però.

I dati analizzati dal rapporto si riferiscono al secondo trimestre del 2020, chiaramente condizionato dalla pandemia da coronavirus. Oltre il 70 per cento delle vendite di smartphone di Huawei è infatti risultato in Cina, dove Samsung ha una quota di mercato molto ristretta. E nel periodo preso in considerazione, specialmente Aprile e Giugno, la Covid-19 ha avuto in Cina un impatto molto meno rilevante rispetto a quanto avvenuto nei principali mercati di Samsung.

In prospettiva e su scala più ampia Samsung dovrebbe recuperare una posizione dominante con il venir meno dell’emergenza sanitaria mondiale. Rispetto al dato annuale le sue vendite sono calate del 30 per cento mentre quelle di Huawei soltanto del 5 per cento (sono infatti in risalita, mentre quelle di Samsung non ancora).

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> OnePlus presenta il suo nuovo “Nord”: prezzo super e grandi prestazioni

Il sorpasso di Huawei su Samsung, le parole degli esperti

Huawei
Lo smartphone pieghevole Huawei Mate X (Getty Images)

Secondo l’analista di Canalys Ben Stanton il risultato storico di Huawei non si sarebbe mai verificato, o quantomeno non adesso, in assenza di pandemia. “Ha sfruttato pienamente la ripresa dell’economia cinese per rivitalizzare il mercato degli smartphone”, dice Stanton.

Le probabilità di Huawei di rimanere in cima alle vendite mondiali di smartphone sono, a detta di molti analisti, piuttosto limitate. A causa del blocco imposto dagli Stati Uniti, che di fatto impedisce a Huawei di utilizzare i servizi di Google sui nuovi dispositivi, è opinione condivisa che l’azienda farà molta difficoltà a conquistare nuove quote di mercato fuori dalla Cina.