Inaugurazione nuovo ponte Genova: la polemica dei famigliari vittime

Era il 14 agosto di due anni fa quando il ponte Morandi si sgretolava nel cielo di Genova. Ora il nuovo ponte della città è pronto per l’inaugurazione.

Progettato da Renzo Piano il nuovo ponte di Genova è pronto per essere inaugurato. Nel capoluogo ligure è tutto pronto per la cerimonia di “presentazione” di un viadotto nuovo e innovativo, che passa sul Polcevera e sorge sulle macerie del vecchio Morandi. Il 14 agosto del 2018, di mattina, un tratto del ponte si sgretolava portandosi dietro, assieme a cemento e calcinacci, anche auto e decine di vittime (43). La cerimonia di inaugurazione lunedì nel tardo pomeriggio, alla presenza, tra gli altri membri delle istituzioni (tra i quali il presidente della Regione Giovanni Toti) anche Giuseppe Conte e Sergio Mattarella. Non ci saranno, in segno di protesta, i famigliari di chi ha perso la vita quel 14 agosto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Sanremo, uomo trovato morto in un condominio

Nuovo ponte di Genova: il progetto è di Renzo Piano

Genova-San Giorgio‘, questo il nome dato al nuovo ponte, figlio di un progetto che ha visto in prima linea il lavoro di un genovese doc come Renzo Piano. Alla vigilia del ferragosto di due anni fa persero la vita nel crollo del Morandi 43 persone, i nomi delle quali verranno letti domani in occasione della cerimonia di inaugurazione del nuovo viadotto. Saranno osservati anche tre minuti di silenzio in memoria delle vittime. Non ci saranno i parenti di chi ha perso la vita in quel tragico 14 agosto; in segno di protesta verso una cerimonia che “trae origine” da una delle pagine più drammatiche della storia d’Italia. Previsto anche il passaggio delle Frecce Tricolori nel cielo di Genova.

Il ponte sarà poi definitivamente percorribile appena arriverà l’ok da parte dell’ANAS, che dovrà rilasciare il certificato di agibilità al termine dei collaudi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, i dati dell’ultimo bollettino italiano