Pierluigi Diaco e il ”male interiore”: confessione in tv

Il conduttore Pierluigi Diaco del noto programma di Rai 1, Io e Te, fa una commovente confessione sul suo ”male interiore”: appello in diretta

Puntata ricca di emoziono quella di ‘Io e Te‘ su Rai 1 questo pomeriggio. Dopo gli ospiti principali della diretta, Gigi e Ross, che hanno portato una ventata di allegria e spensieratezza raccontandosi a Pierluigi Diaco, si passa al solito appuntamento con i consigli di Katia Ricciarelli. Durante la rubrica della cantante, il conduttore ha deciso di uscire allo scoperto facendo una confessione inaspettata davanti alle telecamere del programma. Il presentatore ha rivelato  il suo ”male interiore” che lo ha portato a chiedere l’aiuto di un neurologo, facendo anche un appello per sensibilizzare i telespettatori.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> È morto l’attore Reni Santoni, star del cinema e della Tv

Pierluigi Diaco in diretta ad Io e Te esce allo scoperto: ”Sono stato da un neurologo”

Pierluigi Diaco ospita Grigolo e si commuove in diretta
Pierluigi Diaco (Screenshot)

Momenti emozionanti ad ‘Io e Te‘, programma condotto da Pierluigi Diaco su Rai 1. Il conduttore durante il solito appuntamento con la rubrica di Katia Ricciarelli, rivela un proprio segreto ai propri telespettatori. Questa volta a scrivere alla cantante è una ragazza che le chiede un consiglio sul rapporto con un ragazzo, che purtroppo non capisce il suo problema di attacchi di panico. Così il conduttore sentendosi direttamente coinvolto, rivela: ”Voglio fare una confessione, anche io sono stato da un neurologo e voglio salutare tutte le persone che non vengono capite”. Poi continua con un appello: ”Quando uno ha un male interiore deve essere preso seriamente, è una cosa da prendere in maniera seria. Non prendeteli come mali di serie B. Non esistono mali di serie A o B”. Un momento toccante i cui il conduttore ha voluto mettersi a nudo e rivelare il proprio male interiore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Music Awards 2020: cosa cambia. Come acquistare i biglietti