Usa, Trump spedisce una lettera ai ‘patrioti’: “Indossate la mascherina”

Donald Trump invia una lettera a tutti i “patrioti” Usa: al centro del testo l’invito a utilizzare la mascherina per tornare allo “stato di normalità”.

Che Donald Trump nell’ultimo periodo fosse diventato un personaggio alquanto bizzarro (qualcuno dice esserlo sempre stato), ma più che altro confusionario era fuori dubbio. Un arruffone della politica Usa e mondiale. Nelle ultime ore, però, ha superato se stesso: il presidente Usa ha inviato una lettera a tutti i “patrioti” americani. Cosa intenda mister Donald per patrioti bisognerebbe proprio saperlo e approfondire la causa con una bella intervista oltreoceano. Sta di fatto che il testo inviato riguarda proprio l’uso della mascherina e recita così: “So che c’è stata qualche confusione intorno all’uso della mascherina – afferma il tycoon – ma penso che sia qualcosa che tutti dobbiamo provare a fare quando non siamo in grado di mantenere la distanza sociale”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, duro attacco del ministro Boccia a Matteo Salvini

Trump: dalla lettera ai patrioti sull’uso della mascherina, alla denuncia allo Stato del Nevada

Trump mascherina lettera patrioti
Donald Trump durante un comizio (Foto Pixabay)

Il presidente americano termina il discorso sulla mascherina dichiarando che: “Neanche io amo indossarla (come se, in tempi, possa essere classificato come piacere o non), ma potrebbe aiutarci a tornare al modo di vivere americano che molti di noi giustamente amavano prima di essere colpiti così terribilmente dal virus cinese”. Con tanto di stangata finale sul termine “cinese” che, in più occasioni, è stato sempre “rimarcato” nei dialoghi sul Covid-19.

Poche ore prima di questa inaspettata lettera inviata ai “patrioti” (quali lo sa solo Trump), il presidente Usa, durante una riunione alla Casa Bianca, ha annunciato che farà causa allo Stato del Nevada. Al centro di tale “denuncia” c’è la nuova legge che consente il ricorso del voto per posta per la pandemia. Una minaccia che aveva già esposto in precedenza via Twitter. Concludendo il suo discorso in questo modo: “Non penso che le poste siano preparate a gestire il voto per posta a novembre”. E Donald Trump è stato in grado di gestire il corso di una pandemia ancora in atto? Manzoni, forse, avrebbe detto: “Ai posteri l’ardua sentenza”

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Bill Gates contro i test: “Sono inutili”