Google, cosa significa l’email sulla raccolta delle registrazioni vocali

Un’email di Google richiede l’attivazione di nuove impostazioni per le registrazioni audio. È un’autorizzazione necessaria per far funzionare ancora Google Assistant.

Nelle ore scorse gli utenti dei servizi di Google basati sull’intelligenza artificiale e la sintesi vocale hanno ricevuto un’email relativa a un recente aggiornamento. In sostanza la modifica è collegata al funzionamento stesso dei servizi ed è tale da richiedere un’approvazione esplicita da parte dell’utente. In attesa di questa autorizzazione Google ha disattivato per ogni singolo utente l’impostazione che consente di salvare le registrazioni audio.

La comunicazione riguarda per esempio la cospicua quantità di utenti dei dispositivi Google Home e, più in generale, di quei servizi dell’azienda che prevedono l’interazione vocale con l’intelligenza artificiale. Sono inclusi Google Assistant e Google Maps tramite assistente vocale. Per poter riattivare tutti i servizi Google richiede di leggere attentamente e nel dettaglio le modifiche apportate alle modalità di raccolta delle registrazioni.

L’approvazione della modifica da parte dell’utente comporta l’autorizzazione a salvare le registrazioni audio e vocali sul proprio account Google. Questo, spiega Google nella email, permetterà di migliore le tecnologie di riconoscimento vocale rendendole più rapide ed efficienti. In seguito a questa modifica le registrazioni audio faranno parte dei contenuti normalmente archiviati nella sezione “Attività web e app”, e potranno appunto eventualmente essere esaminati – in forma anonimizzata – da operatori umani per migliorare i prodotti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Google chiude Play Music, il servizio di acquisti e streaming musicali

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Google Play Pass, un abbonamento per tutte le app: la prova è gratis

L’autorizzazione a salvare registrazioni vocali su Google: cosa cambia

google assistente vocale home
(Getty Images)

Nel testo dell’email inviata da Google agli utenti dei suoi servizi basati sull’assistente vocale viene ribadito che l’aggiornamento non riguarderà in alcun modo eventuali contenuti audio salvati in precedenza sull’account. Google dichiara inoltre che eliminerà regolarmente le registrazioni audio, quando ritenute non più necessarie a sviluppare i prodotti e migliorare i servizi.

Tutte le registrazioni audio relative all’uso di Google Assistant sono comunque eliminabili manualmente all’indirizzo activity.google.com. In questo caso è necessario scegliere tra due possibili modalità: eliminarle sempre e soltanto manualmente, o lasciare che sia Google a rimuoverle automaticamente e periodicamente.