Bonus Inps, l’ex sindaco di Amatrice Pirozzi è furioso: “Farò querela”

Bonus Inps, l’ex primo cittadino e attuale consigliere regionale smentisce di aver preso i soldi ed è pronto a querelare un giornale

Bonus Inps, l’ex primo cittadino di Amatrice e attuale consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Sergio Pirozzi, smentisce di essere coinvolto nello scandalo dei politici che hanno chiesto il sussidio ed è pronto a querelare Il Tempo

“È una forma di sessismo al contrario battersi per l’emancipazione femminile e poi usare il lavoro di mia moglie per attaccare me” dice Pirozzi nell’intervista rilascia a Fanpage.it dove spiega che la richiesta è stata fatta dalla moglie che ha un’edicola-cartoleria ad Amatrice.

Bolla come “fake news” questa vicenda e si dice pronto a querelare il quotidiano che ha fatto uscire la notizia e spiega che in quell’attività non ha responsabilità perché è un socio accomodante e non un amministratore che versa contributi all’Inps.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Avviso di garanzia per Conte e sei ministri: coinvolti Di Maio e Speranza

Bonus Inps, Sergio Pirozzi: “Non sono un privilegiato”

Sergio Pirozzi nel 2016 era sindaco di Amatrice, la città distrutta dal terremoto e non si è mai tirato indietro da uomo delle istituzioni di attaccare queste sui ritardi per la ricostruzione o per altri problemi del post sisma.

Era diventato uno dei volti più noti dopo il terremoto e ora prosegue la sua attività politica al consiglio regionale del Lazio. Rigetta le accuse secondo sui avrebbe chiesto il bonus dei seicento euro, spiegando che quei soldi sono della moglie e respinge anche le accuse di chi lo vede come un privilegiato.

Lo stipendio netto da consigliere è di 7600 euro netti ma, dice, “Io ho due processi penali in corso, gli avvocati vanno pagati, anche se poi quando sarò assolto il Comune mi ridarà i soldi”.

Sottolinea che fa politica dal 1995, che per andare in Regione ogni giorno percorre trecentoventi chilometri. Se fa una media, dice infine, in questi venticinque anni ha guadagnato dalla politica meno di quattrocento euro al mese.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Roma, spara per sbaglio al nipote: bambino in condizioni gravissime