Israele ed Emirati Arabi: accordo sul Medio Oriente

Israele e gli Emirati Arabi Uniti trovano un accordo sul Medio Oriente con la mediazione di Trump: svolta storica nei rapporti tra i Paesi

Israele e gli Emirati Arabi uniti hanno raggiunto un accordo di pace per quanto riguarda il Medio Oriente. L’annuncio è arrivato da Mohammed Bin Zayed, principe ereditario e ministro della difesa del Paese che affaccia sul Golfo Persico, e da Benyamin Netanyahu, capo israeliano. I due hanno riconosciuto l’opera di mediazione decisiva del Presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Una telefonata congiunta è stata decisiva, ed ora c’è solo da apporre la firma al trattato. Israele rinuncia ad annettere i territori palestinesi al suo Stato, ed inizierà una collaborazione con rapporti bilaterali su settori ampi, a partire da turismo, telecomunicazioni, sicurezza e voli diretti ed investimenti. I due Paesi si impegnano anche a collaborare alla ricerca di un vaccino contro il coronavirus.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Annuncio Joe Biden: “Se vinco chiamo subito la Nato”

Israele ed Emirati Arabi: accordo storico

Israele ed Emirati Arabi: accordo sul Medio Oriente
Benjamin Netanyahu (Getty images)

Un accordo storico quello raggiunto tra Israele ed Emirati Arabi Uniti considerata la tensione nella zona. La nuova intesa ha di fatto anche spazzato la tensione all’interno di Israele, con i malumori di alcuni ministri e la coalizione di maggioranza che iniziava a cedere davanti a crepe davvero evidenti. Tutto messo da parte, con il ministro della Difesa Benny Gantz e Gabi Ashkenazi, ministro degli Esteri, che hanno espresso enorme soddisfazione per l’accordo invitando anche altri Paesi a firmare altri accordi di pace con il paese israeliano. Un plauso anche da Al-Sisi sicuramente interessato vista la posizione geografica dell’Egitto.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Avviso di garanzia per Conte e sei ministri: coinvolti Di Maio e Speranza