Livorno, morto escursionista: caduto da una scogliera sull’Isola di Capraia

Grave lutto in quel di Livorno: un escursionista di appena 50 anni è morto dopo essere caduto da una scogliera sull’Isola di Capraia.

Torna a far parla di sé la cronaca nera sui versanti rocciosi della penisola italiana. Parliamo di escursioni, alcune volte delle vere e proprie “sentenze” negative sulla vita di alcuni nostri concittadini. Molti dei quali, però, affermano sempre di essere a conoscenza dei vari rischi che comporta questa “intensa” attività”. Anche oggi, purtroppo, si riporta un tragico epilogo. Un escursionista di soli 50 anni è morto in quel di Livorno, esattamente sulla scogliere dell’isola di Capraia. Il cadavere dell’uomo è stato poi ritrovato, dopo accurate ricerche, nelle acque di Cala Rossa, un’altra scogliera rocciosa della stessa isola di Capraia. Una morte beffarda per un altro appassionato di quello che tanti chiamano “sport estremo”, ma che spesso cela una grande passione per la natura circostante e per la voglia di respirare aria pulita a contatto con punti nevralgici, se non “profondi” della nostra bellissima penisola.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Escursionista scomparso, trovato il corpo sugli appennini reggiani

Escursionista morto a Livorno: un altro tragico epilogo a distanza di un mese

escursionista morto livorno carabinieri
Escursionista morto a Livorno, intervento dei carabinieri (Getty Images)

Il 50enne è stato ritrovato poco dopo la caduta. Da subito attivate le ricerche, non è stato impiegato troppo tempo per ritrovare il cadavere nelle acque. La sua identità rimane tuttora sconosciuta. A dare l’allarme è stato un diportista. I soccorsi sono immediatamente sopraggiunti: sul posto carabinieri e capitaneria di porto. Quest’ultimi hanno dedotto come l’uomo sarebbe precipitato accidentalmente sulla scogliera sottostante un sentiero. Il tutto mentre stava effettuando un’escursione solitaria. Dopodiché il corpo, finito in mare, era già senza vita.

Un altro tragico epilogo a distanza di poco meno di un mese. Lo scorso 30 luglio, i soccorritori trovarono un altro escursionista, senza vita, sugli appennini reggiani, nella località di Rocca Tagliata nei pressi dell’Alpe di Succiso. Una terribile morte, avvenuta, anche in quel caso e dopo vari accertamenti, per un’improvvisa caduta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Dramma in Valbondione: muore escursionista tedesca di 72 anni