Riapertura stadi, Conte duro: ”Al momento è inopportuno”

Il Premier Giuseppe Conte ha rivelato la propria opinione sulla possibile riapertura degli stadi in Italia: al momento sarebbe inopportuno per il presidente

Il calcio senza tifosi perde una parte fondamentale della propria essenza. La passione, il calore, la grinta e lo spettacolo è portato proprio da quelle persone sempre presenti sugli spalti a spingere la propria squadra alla vittoria. Inoltre, l’assenza dei tifosi porta anche ad un’importante perdita economica per le società. Proprio sulla riapertura degli stadi si è espresso oggi il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, presente alla festa del ‘Fatto Quotidiano’. Il Premier ha così dichiarato che al momento riaprire gli stadi sarebbe inopportuno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, anche Galliani in isolamento: non sarà a San Siro

Il Premier Conte chiude alla riapertura degli stadi: l’assembramento sarebbe inevitabile

Coronavirus Conte Senato
Il presidente del consiglio italiano Giuseppe Conte (Getty Images)

Una grande testimonianza di quanto l’assenza dei tifosi possa fare male al calcio l’abbiamo avuta ieri sera, nella partita di Nations League tra Italia e Bosnia. Gli azzurri infatti per la prima volta dopo dieci mesi sono scesi in campo, ma al momento di cantare l’inno italiano, non c’erano i tifosi a fare eco alle voci dei calciatori. Manca inoltre anche la spinta ai propri beniamini, che alla prima partita senza pubblico portano a casa solo un punto. Sulla questione stadi però il Premier GiuseppeConte resta ancora fermo e dichiara che nello stadio l’assembramento sarebbe inevitabile, sopratutto nel momento dell’entrata e dell’uscita. Così il Presidente del Consiglio afferma che aprire gli stadi adesso sarebbe inopportuno. Niente da fare dunque per il ritorno dei tifosi allo stadio, che anche questo inizio di stagione dovranno viverlo comodamente dai propri divani di casa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Gp Monza: riscatto Ferrari? Cosa dobbiamo aspettarci