La vera identità di Banksy? Neil di Art Attack (forse)

Nuova ed incredibile indiscrezione sulla vera identità dell’artista misterioso Banksy: potrebbe essere Neil “il grande artista” di Art Attack.

Di teorie cospiratorie, e probabilmente folli, internet ne è zuppo. Sin dagli albori della rete, da John Titor a seguire, sono state tantissime le incredibili e spesso assurde tesi circolate e foraggiate dagli utenti del web. L’ultima circolata in ordine di tempo, sta facendo furore in tutto il mondo, raccogliendo più di un consenso. Riguarda il noto street artist Banksy e la misteriosa identità. Secondo le ultime voci, a celarsi dietro uno dei nickname più famosi al mondo, non ci sarebbe altro che Neil Buchanan, ex conduttore britannico del programma televisivo Art Attack” che il pubblico italiano ricorda con il nome di “Neil il grande artista”.

FORSE POTRESTI LEGGERE ANCHE >>>Usa, sparatoria nelle strade di New York: altra follia umana

Neil “il grande artista” di Art Attack è in realtà Banksy? La folle teoria

banksy graffiti coronavirus
Un’opera di Banksy a tema coronavirus (Getty Images)

La incredibile tesi, sviluppata da numerosi utenti prevalentemente su Twitter, parte da un parallelismo: sia Neil che Banksy sono bravissimi a sviluppare delle opere multimediali in location inconsuete ed all’aria aperta. E fin qui però nulla di così particolare: esistono infatti milioni di street artist con le stesse caratteristiche nel mondo, e non per queste ragioni tutti potrebbero essere candidati ad essere Banksy. Secondo però questa folle teoria del complotto, la conferma di questa sovrapposizione di identità sarebbe suggerita dalle location nelle quali sono sorte le ultime opere di Banksy. Gli ultimi lavori di Banksy, secondo i complottisti, sarebbero apparsi esclusivamente a pochi passi dai locali che poche ore prima avevano ospitato un concerto della band Heavy Metal “Marseille”, band di cui Neil è il chitarrista. Una suggestione, quest’ultima, che ha spinto molti a compiere delle verifiche ed a far scatenare il tam tam online.

TI CONSIGLIAMO DI LEGGERE ANCHE >>>Ritrovata in Abruzzo la porta del Bataclan dipinta da Banksy

Neil Buchnan non è Banksy: la smentita ufficiale dell’entourage

banksy nuova opera
La nuova opera di Banksy (Instagram)

Per contrastare il flusso di notizie diventato ormai impossibile da frenare, è stata necessaria una risposta da parte di Neil che, attraverso il suo sito internet ha emesso un comunicato stampa netto, facilmente reperibile sulla home page, e dall’eloquente titolo: “Neil non è Banksy”. Fate attenzione – esordisce la nota stampa – siamo stati inondati da tantissime domande riguardanti quello che sta accadendo sui social. Sfortunatamente questo sito non ha le infrastrutture adatte per permettere di rispondere a queste domande individualmente. In ogni caso possiamo confermare che non c’è nessuna verità in questa voce. Neil ha trascorso il lockdown con membri vulnerabili della sua famiglia ed adesso si sta preparando a lanciare la sua nuova collezione d’arte nel 2021″. 

Una netta smentita che riaccende, probabilmente, le voci su quella che da tutti viene indicata da tempo come la reale identità di Banksy: lo street artist sarebbe in realtà Robert Del Naja, il frontman della nota band Massive Attack. Chissà quale sarà la verità…

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>>Festival di Venezia, Sgarbi senza mascherina: attrice fugge infuriata

 

Visualizza questo post su Instagram

 

. . mvlouisemichel.org

Un post condiviso da Banksy (@banksy) in data: