Usa, tuona Trump: “Membro del mio staff positivo al Covid-19”

Arriva la notizia direttamente dalle parole del presidente Usa Donald Trump: un membro del suo staff risultato positivo al Covid-19.

Brutte notizie quelle che arrivano dalla Casa Bianca. Donald Trump ha rilasciato delle dichiarazioni in merito alla vicenda del coronavirus.

Questa volta niente scherzi o battute generali su altre situazioni di politica interna ed estera. Il presidente Usa è andato subito al punto: un membro del suo staff è risultato positivo al test sul Covid-19. A dichiararlo è stato proprio lui con le seguenti parole: “Posso confermare che un membro del mio staff, una volta effettuato il test sul coronavirus, è risultato positivo”.

È apparso abbastanza perplesso, ma ha compreso del tutto la notizia arrivata in mattinata alla Casa Bianca, che ha lasciato tutto col fiato sul collo. Dopo di lui sono arrivate anche le parole della portavoce Kayleigh McEnany che ha confermato la situazione, sottolineando, però, che solo soltanto una persona ha contratto il virus, non comunque vicina, quotidianamente, al presidente Usa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bollettino Covid, Inghilterra e Francia preoccupano: dati in rialzo

Trump, tra il positivo nello staff e il vaccino per il Covid

trump covid
Il presidente americano Donald Trump (Getty Images)

Trump continua a parlare delle vicende strettamente collegate al coronavirus mentre un membro del suo staff risulta essere positivo al virus stesso. Nella stessa conferenza stampa ove ha confermato la positività del componente, il tycoon ha parlato anche di un possibile vaccino a ottobre.

Dichiarazioni che sono andate nettamente in contrasto con la linea di Robert Redfield, direttore dei Centers for Disease Control (Cdc). Il presidente americano ha detto: “Penso che quest’ultimo si sia sbagliato”. Un sarcasmo alquanto discutibile quello di Trump.

Dopodiché si è lasciato andare sulla partenza per la distribuzione del vaccino: “Penso che per ottobre potrebbe essere tutto pronto”. Confermando quello che aveva affermato il capo dello staff della Casa Bianca, Mark Meadows: “Il vaccino, potenzialmente, potrebbe essere pronto per la fine di settembre”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Donald Trump candidato al Nobel per la pace: la motivazione