Whatsapp, privacy a rischio: i messaggi che rubano i dati

Negli ultimi giorni girano in rete alcuni messaggi su Whatsapp che possono “bucare” i sistemi di sicurezza dell’applicazione.

whatsapp rischio privacy
Whatsapp, privacy a rischio: ecco perché (Getty Images)

Il tema della privacy sul web è uno degli argomenti più discussi degli ultimi mesi. Molti sviluppatori stanno migliorando le proprie app per cercare di garantire nel modo migliore la privacy degli utenti. Tuttavia continuano a spuntare nuovi metodi con cui hacker e cyber-criminali provano a rubare i dati di chi si muove su internet. L’ultima notizia in questo senso arriva da Whatsapp, dove dall’inizio della pandemia si diffondono sempre più messaggi contenenti fake news. Questi messaggi molto spesso contengono link a siti web esterni: cliccandoci sopra ci si espone alla possibilità che i propri dati vengano rubati. Nei casi peggiori è possibile addirittura perdere l’accesso al proprio account, oltre al furto delle informazioni personali. Per questo motivo è fondamentale imparare a difendersi dai tentativi di phishing e truffe online.

LEGGI ANCHE >>> Whatsapp, basta figuracce: novità grafica in soccorso

Privacy a rischio su Whatsapp, come difendersi dai virus sul web

whatsapp privacy rischio
Come difendere la propria privacy su Whatsapp (Pixabay)

Il tema della privacy sul web è sicuramente uno dei più caldi di questi anni e i tentativi di truffa su Whatsapp sono solo l’ultimo caso. Per questo motivo è fondamentale, per chi usa Internet tutti i giorni, imparare a difendersi da virus e malintenzionati. Una delle cose più importanti da fare è installare un antivirus sul proprio PC o dispositivo Android. Si tratta di software che individuano file e programmi sospetti nel computer, cancellandoli prima che possano fare danni. Nel caso si ricevesse un messaggio sospetto non bisogna assolutamente cliccare sui link contenuti nel testo. La scelta migliore è segnalare la cosa alle autorità competenti – come la Polizia Postale – e poi cancellare immediatamente il messaggio. Infine, per evitare il furto dei dati una buona pratica è quella di non utilizzare la stessa password per tutto, crearne una con sia lettere che numeri e cambiarla almeno una volta all’anno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> WhatsApp, disponibili le risposte automatiche su Android