Bologna, imprenditore finisce in manette: sequestrato grosso bottino

A Bologna un imprenditore finisce in manette: la Dia interviene e sequestra un bottino da diversi milioni di euro.

imprenditore bologna
Volante della Polizia (Getty Images)

Sirene sparate su Bologna. Alle prime luci del mattino la Dia ha arrestato un importante imprenditore nella regione dell’Emilia-Romagna. Un sequestro di beni per oltre 50 milioni di euro. Un bottino davvero grosso, per un arresto con i fiocchi.

Non solo l’Emilia-Romagna. I soldi viaggiavano tra quest’ultima regione e la Lombardia. Il provvedimento, come poc’anzi accennato, è stato disposto dalla Dia di Bologna nei confronti di un imprenditore ravennate.

Il sequestro si è concentrato su diversi aspetti e ha interessato diverse parti, tra quali: immobili, partecipazioni societarie, autoveicoli. Non solo: in mezzo anche numerosi rapporti bancari, tra cui un conto corrente acceso presso un istituto bancario di San Marino.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> LIVE – Coronavirus, tutte le news della pandemia in tempo reale

Non solo l’imprenditore arrestato: a Bologna presa una gang che pestava le persone

Doppio colpo a Bologna nel cuore delle mattinata. Oltre all’imprenditore finito in manette compreso il sequestro di un bottino di 50 milioni di euro, le autorità competenti sono riusciti a incastrare la gang Ak47.

Un gruppo di ragazzi che negli ultimi mesi era stato protagonista di violente e insensate aggressioni in quel di Bologna. La banda era composta da quasi tutti ragazzi minorenni. Un motivo che dovrebbe indurre sulla mancanza di opportunità di questi giovani che non fanno altro che passare il loro tempo, spesso e volentieri, a contatto con la violenza e le aggressioni.

Le indagini sono state portate avanti anche grazie all’interazione con i social network, con l’opportunità di verificare la vera esistenza di questa banda di giovani ragazzi che comunicava anche attraverso le nuove tecnologie e che si identificava col nome Ak47.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Scossa di terremoto in Calabria: trema la costa sudorientale