Russia: “Io il nuovo Gesù” ma è un vigile urbano: arrestato

Nuovo Gesù in Russia. Si era conciato come Cristo. Si faceva chiamare il nuovo Gesù ma in realtà era solo un ex vigile urbano con manie di grandezza. 

nuovo gesù in russia

Nel corso della storia recente in tanti si sono professati più o meno santoni, demiurgi o padri spirituali in grado di condurre i propri fedeli verso la salvezza. Chi con intenzioni malvagie e violente (vedi Charles Manson, che mise su una vera e propria setta assassina) chi invece per compiacere ai propri interessi (più materiali e fisici che spirituali), molti si sono spacciati come guide nominate tali da una forza più grande.

E tantissimi sono caduti nel tranello, ingannati da false promesse o dalla speranza di una vita migliore. L’ultimo caso è avvenuto in Russia dove un ex vigile urbano aveva deciso di cambiare totalmente vita, disfarsi della divisa d’ordinanza per indossare la tunica bianca con la quale nell’iconografia è rappresentato Cristo. E, infatti, si spacciava per la reincarnazione di Gesù.

Il nuovo Gesù in Russia aveva fondato una Chiesa

nuovo gesù venerazione russia
Photo credit should read ALEXANDER NEMENOV/AFP via Getty Images)

Sergei Torop, questo il nome del fantomatico santone, si faceva chiamare Vissarion (ossia “reincarnazione di Gesù) e aveva raccolto attorno a sé così tanti fedeli (e creduloni) da esser riuscito a fondare non solo un movimento, ma proprio una nuova Chiesa. Il “nuovo Gesù” in Russia era diventato un problema per la religione del paese e per la chiesa ortodossa, tanto che è servito l’intervento delle forze dell’ordine per fermarlo.

Torop era riuscito a raccogliere e aggirare migliaia di seguaci con le sue promesse (che si sarebbero realizzate nel mondo spirituale, non in quello terreno) e con il credo della sua “Chiesa dell’ultimo testamento”, fondata in Siberia nel 1991 con celebrazione del culto del giorno del giudizio. Un’attività religiosa però terminata da poco, a seguito dell’arresto del sedicente santone.

Il suo era un vero e proprio movimento, che aveva raccolto circa 4000 seguaci in Siberia (dove viveva) e altri 10000 nel resto del mondo. Secondo la loro religione l’inizio dell’era cristiana partiva dal 1961, anno della nascita di Torop, arrestato ieri dalle forze dell’ordine russe. Estorsione e abuso della credulità popolare i capi di imputazione.