I Ferragnez chiedono 100mila euro di risarcimento a Daniela Martani

Daniela Martani ha insultato diverse volte Chiara Ferragni e Fedez. Ora la coppia chiede 100mila euro di risarcimento

Ferragnez
Chiara Ferragni e Fedez (foto Instagram)

Ha sputato sentenze contro i Ferragnez (Chiara Ferragni e Fedez) e ora Daniela Martani è costretta a un risarcimento di 100mila euro. La prima critica nei confronti della celebre coppia su Instagram è avvenuta quando per il compleanno di Chiara, sono rimasti dentro un supermercato e hanno girato in compagnia di amici come se fossero al parco giochi.

Daniela Martani ha dichiarato questo loro atteggiamento irrispettoso, del resto ha sempre pensato che si trattasse soltanto di “due palloni gonfiati idioti che non hanno rispetto per le persone, per gli animali”…per nessuno!

Altra situazione che la Martani ha sopportato con difficoltà è stata quando, durante il lockdown, gli sposini Ferragnez hanno raccolto 4 milioni di euro per un nuovo reparto di terapia intensiva. Anche in questo caso Daniela, ex gieffina, non si è mossa a compassione e ha trovato il modo per insultare Chiara e Fedez.

I Ferragnez chiedono un risarcimento di 100mila euro

Daniela Martani
Daniela Martani (foto Instagram)

Giunti al punto di non essere più tolleranti di fronte alle accuse mosse da Daniela Martani, Chiara Ferragni e Fedez hanno chiesto un risarcimento per tutti gli insulti ricevuti, della “modica” cifra di 100mila euro. Soldi che la gieffina non può permettersi, perché è proprio lei a dichiarare “che non tutti hanno la fortuna di essere ricchi come loro” e aggiunge che la coppia pretende troppo da lei.

Ma tutto torna nel suo pensiero, ovvero che i due “influencer” non hanno alcun tipo di rispetto per nessuno e lo dimostra il fatto che si presentano come rispettosi della natura e poi giocano con il cibo durante una festa di compleanno, amanti degli animali e indossano pellicce. L’ultima parola, del resto, ce l’ avrà soltanto il giudice e in attesa del verdetto, i Ferragnez continueranno con la loro richiesta di risarcimento, mentre la Martani continuerà a credere alla loro “idiozia”.