Emanuele Filiberto di Savoia: a 48 anni racconta i suoi “gioielli nascosti”

Emanuele Filiberto di Savoia, personaggio molto discusso in Italia, all’età di 48 anni decide di raccontare a tutti i suoi “gioielli nascosti”: pronti per il tour.

Emanuele Filiberto di Savoia
Emanuele Filiberto di Savoia (Getty Images)

Chi non vorrebbe un bel gioiellino nascosto. Certo, dipende sempre da quale “dinastia” uno proviene. Nelle ultime ore è tornato a far parlar di sé Emanuele Filiberto, unico figlio di Vittorio Emanuele di Savoia e Maria Ricolfi Doria, e nipote di Umberto II di Savoia, ultime re d’Italia. Ultimamente era tornato alla ribalta portando alla luce qualcosa di veramente strano e alquanto bizzarro per la sua storia familiare.

Ve la ricordate la comparsa a Sanremo di 10 anni addietro con il trio composto insieme a Pupo e Luca Canonici? I tre arrivarono a sfiorare il primo posto con il brano Italia amore mio che cantata da Emanuele Filiberto è un tutto dire. Detto questo, poco tempo fa, è tornato alla ribalta per aver dato la sua disponibilità a formare un nuovo partito per l’Italia, a detta sua in decadenza totale. La cosa ha fatto abbastanza sorridere visti i precedenti storici della famiglia. Nonostante questo, Emanuele, ogni tanto, ne tira fuori uno. Ultimamente si è parlato molto di alcuni suoi “preziosi gioielli”.

Il “cantante” mostra la sue case in giro per il mondo, alcune svaligiate

Emanuele Filiberto di Savoia famiglia
Emanuele Filiberto di Savoia con la sua famiglia (Fonte Facebook)

Ebbene sì, per “gioielli nascosti” si intendono proprio le sue abitazioni, mai racconate, così nel dettaglio, prima d’oggi. La prima è quella a Ginevra, dove lui è cresciuto. Qualche tempo fa ha mostrato l’interno che è sembrato essere un vero museo: dipinti, sculture e cristalli a far da cornice a un lusso sfrenato. La costruzione è in pieno stile anni ’70, ma con pezzi di design contemporaneo.

Non solo Ginevra: Emanuele si è poi “spostato” per mostrare un altro gioiello nel cuore d’Europa, a Parigi, in Francia. Una casa in cui ama soggiornare svariate volte nell’anno assieme alla moglie Clotilde Courau, e le sue figlie, Vittoria Chiara e Luisa. Ma qui nasce il fatto: lo scorso anno, nel mese di luglio 2019, la casa, piena di oggetti di valore, è stata letteralmente svaligiata che un bottino, portato via, che si aggirano intorno ai 500 mila euro tra cui l’anello di fidanzamento disegnato e poi regalato alla moglie. Un duro colpo che lui stesso ha commentato amaramente: “Uno shock, è come se avessi perso 40 anni della mia vita”. Forse sarà meglio tornare a cantare Italia amore mio… anche a Parigi