Covid, nuovo lockdown? Giuseppe Conte risponde ai giornalisti

Il Premier Giuseppe Conte interviene nuovamente sul possibile lockdown e spiega la situazione, chiarendo finalmente un punto importante

La recrudescenza del fenomeno Covid preoccupa e non poco gli italiani. In tanto adesso hanno paura che si possa tornare indietro di 6 mesi, quando cioè la situazione divenne insostenibile e costrinse il Premier Giuseppe Conte a riservare all’Italia un durissimo lockdown. Tutti chiusi in casa per due mesi, una situazione che ha prostrato parecchi cittadini ed è rimasta come una sorta di trauma, nell’immaginario collettivo.

Ebbene, questo pericolo per il momento è da scongiurare: è stato lo stesso Conte a svelarlo ai giornalisti a Taranto: “Abbiamo rafforzato gli ospedali, il numero di test è impressionante. In questo momento escluderei un nuovo lockdown, anche perché abbiamo lavorato proprio per prevenirlo”.

Coronavirus, l’idea di Conte: “Lockdown circoscritti in caso di emergenza”

Giuseppe Conte lockdown
Giuseppe Conte (Getty Images)

Non sono da escludere altri lockdown, secondo quanto sostiene Giuseppe Conte, ma stavolta la situazione è parecchio differente. Il Governo ha lavorato proprio per scongiurare la possibilità di nuove chiusure, pianificando alcune restrizioni specifiche su diverse categorie di persone o di eventi in particolare. Che torni di nuovo tutto chiuso è assolutamente da escludere, almeno per il momento: “Se dovesse continuare a salire la curva dei contagi  potremmo pensare a una soluzione alternativa, magari a lockdown circoscritti – ha spiegato Conte – ma su aree limitate, non certo su tutto il territorio”.

Idea quarantena sotto i 14 giorni

Il Premier era a Taranto per la posa della prima pietra nel cantiere del nuovo ospedale San Cataldo. Lì ha sviscerato alcuni temi fondamentali, come ad esempio la possibilità che il Governo possa cadere sull’Anadef: “I numeri ci sono, la maggioranza è coesa”, ha specificato Conte, che poi ha anche paventato la possibilità di ridurre la quarantena rispetto ai 14 giorni iniziali. Rassicurazioni anche sul nuovo Decreto, atteso nelle prossime ore: “Cercheremo di licenziare il Dpcm già stasera”, ha affermato Conte.