Yari Carrisi, il figlio di Al Bano condannato per frase contro la D’Urso

Periodo decisamente di fermento per i figli di Al Bano. Mentre Jasmine si appresta a vivere la sua prima vera esperienza in tv, una valanga di critiche arriva per Yari Carrisi.

Yari Carrisi

Da più parti balzano agli onori di cronaca i membri della famiglia Carrisi. A breve Al Bano sarà infatti protagonista nuovamente come coach nella trasmissione “The Voice”, nella sua versione Senior (e dedicata agli ultra sessantenni). Ad affiancarlo sulle famose poltrone del programma ci sarà la figlia Jasmine: la giovane ha appena “debuttato” nel mondo della musica con il suo album “Ego” e affiancherà proprio il padre nel ruolo di coach (come già fatto dai Facchinetti qualche edizione fa).

Se c’è attesa per vedere Al Bano e la figlia Jasmine uno accanto all’altro in prima serata su Rai 2 (The Voice dovrebbe iniziare a novembre), non si può dire che l’altro figlio del cantante di Cellino San Marco, Yari, sia balzato agli onori della cronaca per meriti particolari, anzi.

Yari Carrisi: condanna dopo le minacce alla D’Urso

Barbara D'Urso
Barbara D’Urso (Instagram)

Poche settimane fa Yari, anche lui di professione cantante, aveva dichiarato (tra il serio e il faceto) che era a causa di suo padre, costantemente a Sanremo, che non poteva prendere parte al festival musicale più importante d’Italia. Ora arriva anche la sentenza che lo vede accusato per un fatto avvenuto lo scorso 21 aprile, quando tramite social augurò la morte a Barbara D’Urso. Ma che cosa era successo?

La scorsa primavera la nota conduttrice aveva parlato di un possibile riavvicinamento sentimentale tra Al Bano e Loredana Lecciso, una notizia che mandò su tutte le furie Yari che, su una storia Instagram, scrisse: “La D’Urso deve morire“. Dopo quasi 6 mesi è arrivata la condanna per questo gesto, con la responsabilità che “è stata accertata in sede penale, per aver leso la reputazione e l’onore di Barbara d’Urso mediante l’utilizzo dei social network”.

yari carrisi figlio al bano
Il figlio di Al Bano, Yari Carrisi (Fonte Facebook)

A nulla è valso il tentativo di “sterzata” di Yari Carrisi, che aveva dichiarato come nel suo post si riferisse al programma Non è la D’Urso (durante il quale la conduttrice diede la notizia) e non alla presentatrice campana.

Pronta la reazione alla sentenza della diretta interessata, che ha condiviso su Instagram screen degli articoli che parlano della condanna di Yari.