“Addio eroe”, l’ironia social su Francesco Fourneau e Crotone-Juve

Francesco Fourneau è stato vittima di ironia social dopo l’arbitraggio di Crotone-Juventus. Agli utenti non è sfuggita la sua direzione di gara

Francesco Fourneau
Francesco Fourneau (Getty Images)

L’arbitro Francesco Fourneau, una delle nuove leve della CAN di A è finito suo malgrado nel mirino dei social dopo aver arbitrato la gara tra Crotone e Juventus. La gara, per la cronaca, è finita con il punteggio di 1-1, con i bianconeri bloccati dalla neopromossa ed inchiodati a quota otto in classifica (con i tre punti a tavolino della sfida non giocata contro il Napoli).

La sfida ha visto un buon Crotone, ordinato tatticamente ed attento, affrontare a viso aperto i Campioni d’Italia in carica e conquistare il primo punto in questo campionato. I bianconeri, invece, non son riusciti a strappare il primo successo esterno in questa nuova stagione.

Certo, le assenze di Cristiano Ronaldo – positivo al Covid-19 – e Dybala non in perfette condizioni avranno influito sull’esito della gara, così come le decisioni del fischietto, determinante in tre episodi chiave della gara.

Rosso, gol annullato e rigore per Francesco Fourneau

Francesco Fourneau
Francesco Fourneau (Getty Images)

Francesco Fourneau, 36 anni, è un arbitro decisamente giovane, alla sua settima presenza in Serie A. Padre nato in Belgio, origini francesi ma italiano al 100%, ha dimostrato di essere uno dei prospetti più interessanti della CAN di A, ambizioso al punto giusto, con il chiaro obiettivo di diventare internazionale.

Ma perché è finito nel mirino dei social? Fourneau ha applicato alla lettera il regolamento nei tre episodi chiave della gara. Tutti, però, a sfavore della Juventus. I bianconeri finiti sotto con un calcio di rigore per fallo fischiato ai danni di Bonucci, al 12′ di gioco. Decisione ineccepibile, considerato l’intervento in ritardo del capitano bianconero di giornata.

Il secondo episodio decisivo è accaduto all’ora di gioco, con l’espulsione di Chiesa. L’esterno bianconero è intervenuto con piede a martello sull’avversario. Le scuse immediate dell’ex Fiorentina non hanno intenerito l’arbitro che, a due passi dall’azione, è stato inflessibile. Rosso diretto, come da regolamento.

Il terzo ed ultimo episodio ha riguardato il gol annullato a Morata. In quel caso, però, Fourneau si è affidato al VAR che ha dato il giudizio inflessibile. Fuorigioco, seppur millimetrico, e rete non convalidata. Tre episodi decisivi, tutti contro la Juve, nell’immaginario collettivo squadra “protetta” e “tutelata” dagli arbitri.

Crotone-Juventus
Crotone-Juventus (Getty Images)

Inevitabile l’ironia verso un arbitro che ha solo diretto in maniera impeccabile la partita, senza essere influenzato dai colori di maglia. Ma davvero la sua carriera sarà penalizzata? Ci auguriamo proprio di no.