Le condizioni di Lamberto Sposini. Nove anni senza il giornalista in tv

Sono passati nove anni da quando Lamberto Sposini fu colpito da emorragia cerebrale. Da quel momento è terminata la sua carriera di giornalista

Lamberto Sposini
Lamberto Sposini oggi (dal web)

Il 29 aprile del 2011, il giornalista Lamberto Sposini è stato colpito da emorragia cerebrale durante la trasmissione La vita in diretta che all’epoca conduceva. Oggi al programma Domenica In, Carlo Conti e Mara Venier hanno deciso di ricordarlo.

A farlo, in particolare modo, è stata Mara che in un momento di ricordi della sua carriera ha deciso di parlare anche di lui, Lamberto. Un grande professionista che manca molto al mondo del giornalismo, un uomo che è stato costretto ad abbandonare la sua professione a causa del terribile fatto avvenuto.

Le sue condizioni purtroppo sono ulteriormente peggiorate quattro anni dopo, nel 2015, quando Lamberto Sposini è caduto durante la riabilitazione rompendosi l’omero. A seguito dell’incidente, non può parlare e scrivere ma cerca di rimanere contatto con amici e colleghi attraverso il suo profilo Instagram.

Potrebbe interessarti anche -> Covid-19, nuovo Dpcm: il discorso di Giuseppe Conte

Gli anni di onorata carriera di Lamberto Sposini

Lamberto Sposini
Lamberto Sposini (dal web)

 

Dopo anni di lavoro per il giornale cartaceo, nel 1979 Lamberto Sposini entra in Rai, anche se il noto giornalista è rimasto per lungo tempo il volto del Tg5. Nel 2008 decide di tornare in Rai per condurre il programma La vita in diretta, una trasmissione che andava in onda di pomeriggio. Lamberto ha condotto il programma fino al 2011, anno appunto in cui è stato costretto a ritirarsi.

Nell’arco della sua carriera sono diversi i momenti che gli italiani ricordano, ma tra i più famosi si ricorda quando il giornalista nel 2006 mangiò in diretta un pollo arrosto per dimostrare che quel tipo di carne non fosse contaminata dall’aviaria. Ma non è tutto! Sposini fu sospeso per quattro mesi dall’ordine dei giornalisti a seguito di intercettazioni che lo vedevano protagonista con il direttore della Juventus Luciano Moggi, sui temi che i due concordavano per il dibattito televisivo. Era l’anno in cui il Sposini era ospite spesso del programma Il processo di Biscardi. 

Lamberto era molto attivo dal punto di vista professionale, conduceva programmi in tv, era ospite di diverse trasmissioni televisive e dal 2007, anche editorialista di Radionorba. Poi venne quel maledetto 2011 che lo costrinse ad abbandonare la sua carriera.

Potrebbe interessarti anche -> “Il Covid non esiste, ho l’influenza”, Personal Trainer negazionista fa un brutta fine