La cura dell’anima è nel silenzio: soprattutto coi pensieri negativi

Molto spesso ci fa paura e ci incute terrore: ma il silenzio porta in essere una cura per la nostra anima, soprattutto coi pensieri negativi. Ascoltarlo ci può donare molto coraggio e forza per andare avanti.

silenzio
Il silenzio in campo come arma di concentrazione (Getty Images)

Siamo costantemente bombardati di notizie, ultimamente negative. Anche questa scritta adesso è una notizia che racconta qualcosa del nostro quotidiano, escludersi dal mucchio sarebbe un guaio bello grosso. Una volta che leggiamo alcune notizie o inglobiamo alcuni pensieri abbiamo bisogno di tempo, per metterli a fuoco e per pensare quali potrebbero fare al caso nostro.

La costruzione di idee richiede il silenzio. Un aspetto, del nostro quotidiano, che spesso abbiamo rimosso del tutto: perché fa paura. Ad esempio, rimanere in silenzio con noi stessi incute molta paura. Ma nonostante questo è una paura consapevole: sappiamo di cosa abbiamo paura, proprio perché rimarremo in silenzio e dovremo indagare il nostro essere e la nostra anima. Ma il silenzio è tutt’altra storia: è armonia, godimento, l’attimo che fugge via. Basta saperlo apprezzare.

Il silenzio cura la nostra mente e la nostra anima: una medicina presa a “grandi dosi”

silenzio cura
Una donna di spalle cerca il silenzio come cura dell’anima (Getty Images)

Il silenzio come cura dell’anima. Un modo per capire chi siamo, uno strumento da utilizzare anche, e soprattutto, quando arrivano i pensieri negativi. Sembrerà strano ma è così. Certo, questo comporta “un salto nel vuoto”, lasciando la vecchia società, che ci dice di consumare e riempirci di suoni intorno (come le discoteche) per non pensare, e prendere la nuova via: quella del raccoglimento, e, appunto, del silenzio.

Ovviamente è un esercizio da compiere passo dopo passo, ma assumendo sempre “grandi dosi”. Con quest’ultime s’intende di prendersi degli spazi propri, con nessuno intorno, magari vicino ad un parco e raccogliersi, soprattutto quando i pensieri negativi ci attanagliano mente e cuore. Il silenzio è stato visto, sempre, come un nemico da abbattere in tutte le sue componenti. Purtroppo, in una società malata, l’esempio lo è sempre di più, malato. Il silenzio, invece, può essere un’arma (che non spara) usata a nostro favore, se proprio vogliamo scoprire chi siamo e cosa vogliamo dalla vita.