Covid, scontri a Palermo: ferito un operatore Mediaset – VIDEO

Continuano le proteste dopo l’ultimo DPCM varato dal Governo Conte per contenere il Covid-19. Questa volta occorre sottolineare degli scontri avvenuti a Palermo. E’ degenerata la manifestazione del tardo pomeriggio

Scontri Palermo
Scontri Palermo

Sono ore e giorni di tensione in tutt’Italia per le restrizioni a tutte le attività e il coprifuoco, necessario per contenere la diffusione e l’impennata di contagi da Covid-19. Degenera una manifestazione a Palermo in programma alle ore 18.00. Inizialmente il tutto si era svolto in maniera pacifica, poi hanno preso il sopravvento alcuni uomini appartenenti a centri sociali. E’ avvenuto, infatti, il lancio di petardi e bottiglie di vetro contro la polizia che ha reagito con una carica. Negli scontri è stato anche ferito un operatore Mediaset, colpito proprio da un petardo. Riceve prontamente le cure e i soccorsi. Due dei manifestanti dei centri sociali sono stati fermati dalla Polizia. Di seguito il video riportato dal Giornale di Sicilia.

LEGGI ANCHE >>> Tampone dal medico di base, il presidente si ribella: “Ci sarà rivolta”

Scontri a Palermo, proseguono i disordini dopo l’ultimo DPCM

I primi scontri sono avvenuti in corso Vittorio Emanuele. La polizia è stata costretta, in tenuta antisommossa, a inseguire i facinorosi, per poi fermare due manifestanti appartenenti ai centri sociali. Si registrano diversi danni: sono stati divelti cestini, fioriere e panchine. Molte persone che hanno incattivito la manifestazione si sono poi dispersi tra i vicoli. I disordini, però, stanno proseguendo anche in Palazzo D’Orleans come riporta SkyTg24. Sotto la sede della Presidenza della Regione, infatti, è in corso un’altra manifestazione, questa volta presieduta da Forza Nuova. La Polizia è già sul posto in tenuta antisommossa, perché anche in quest’occasione è probabile l’arrivo di persone appartenenti ai gruppi sociali. La situazione resta decisamente tesa e andrà seguita nelle prossime ore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Contributo ristori, quanto riceveranno bar e ristoranti: le cifre medie