Nuovo lockdown: l’annuncio del Paese

Presto l’esempio di Francia e Germania potrebbe essere seguito anche dall’Austria. Il Paese sta pensando a un nuovo lockdown: riunioni in corso ma possibile annuncio sabato.

Emmanuel Macron
Emmanuel Macron (getty images)

Macron e Merkel hanno già annunciato il secondo lockdown per Francia e Germania. I due capi di governo sono passati alle “maniere forti” per cercare di contrastare la seconda ondata del Covid che, in molte zone dei Paesi, ha colpito più forte che nella scorsa primavera. L’emergenza è totale in gran parte d’Europa e anche in Italia si intensificano le voci di un prossimo Dpcm in cui Conte annuncerà un nuovo “tutti a casa”, almeno nelle zone maggiormente interessate dalla pandemia.

Mentre però Conte continua a smentire questa ipotesi (che incontrerebbe però il favore di vari governatori regionali, tra cui De Luca) un altro Paese europeo sta pensando di chiudere nuovamente tutto. In Austria infatti già domani potrebbe esserci l’annuncio di un secondo lockdown. L’epidemia non si arresta e il presidente Kurz sabato potrebbe ratificare questo provvedimento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Covid, il dott. Galli rinuncia alla tv: “Non ho tempo”

Emergenza Covid in Austria: Kurz vara il nuovo lockdown

Getty Images

Le consultazioni sono tuttora in corso in seno al Governo austriaco ma tutto lascia presagire questa nuova ed estrema ordinanza. Kurz domani annuncerà al Paese un nuovo lockdown. A rimanere aperti, secondi le informazioni che trapelano dagli organi di stampa locali, sarebbero le scuole e i parchi pubblici, mentre abbasserebbero la serranda ristoranti, cinema e teatri. Stop inoltre a celebrazioni e matrimoni, coprifuoco dalle 20 alle 6.

La situazione sanitaria in Austria è preoccupante e gli ospedali sono affollati. La nuova misura per cercare di alleggerire la pressione sulle strutture sanitarie e far rientrare, per quanto possibile, l’emergenza su tutto il territorio.

Bollettino
Covid-19 (Fonte GettyImages)

Il tutto mentre in Italia nelle ultime 24 ore si sono registrati oltre 30 mila casi e 199 decessi. Se le ultime misure prese dal Governo non dovessero rivelarsi sufficienti, allora anche da noi un nuovo lockdown non sarebbe da escludersi.