USA, Biden forma la squadra di Governo: decisione storica

Negli Stati Uniti stanno cercando di mettersi alle spalle una delle elezioni più controverse e discusse della storia. Trump minaccia battaglie legali per sovvertire il voto, Biden forma la squadra di Governo.

Trump (getty images)
Trump (getty images)

Venti giorni fa le attenzioni di tutto il mondo erano catalizzate su un’elezione, quella statunitense, che già molto prima del suo esito finale prometteva “scintille“. E le attese di gran parte dell’opinione pubblica non sono state deluse: prima i botta e risposta a distanza, con gli spogli ancora in corso, tra Trump e Biden, poi le minacce del presidente quando la sconfitta sembrava potersi materializzare, quindi la promessa di una battaglia legale per sovvertire il risultato del voto una volta che il ko elettorale aveva preso forma.

Mentre dalla Casa Bianca Trump continua a twittare convinto di poter smascherare i brogli elettorali, dal suo quartier generale Joe Biden prepara la squadra di Governo, convinto il prossimo gennaio (come da prassi) di poter prestare giuramento e diventare il presidente numero 46 degli Stati Uniti. In attesa di tutto ciò il leader democratico effettua la prima storica decisione: una donna come ministro dell’Economia.

Biden storico. Chi è Janet Yellen, la prima donna ministro dell’Economia

janet yellen
Yanet Yellen – Getty Images

Joe Biden sta nominando i ministri del suo Governo ed è arrivata la prima svolta storica della sua incombente presidenza. Janet Yellen sarà ministro dell’Economia (o segretaria al Tesoro): mai nessuna prima di lei era stata incaricata di questo ruolo. 74 anni, la Yellen è stata anche la prima donna a guidare, tra il 2014 e il 2018, la Fed; la banca centrale statunitense. Proprio nel 2014 venne inserita da Forbes tra le 100 donne più influenti del mondo. Tra i vari ruoli ricoperti nella sua carriera, anche quello di presidente del Council of Economic Advisers sotto l’amministrazione di Bill Clinton.

Biden (getty images)
Biden (getty images)

A lei il difficile compito di risollevare l’economia americana dopo la crisi provocata dal Covid. Tra le piaghe maggiori della società statunitense c’è quella legata alla disoccupazione che l’emergenza sanitaria ha provocato, con la chiusura di numerose aziende.