Luxuria sulla violenza contro le donne: attacco ai giornalisti

L’ex deputato Vladimir Luxuria parla della giornata contro la violenza sulle donne e sferra un clamoroso attacco ai giornalisti

Vladimir Luxuria (Getty Images)

Nel 1999 l’Onu ha deciso di proclamare per il 25 novembre la giornata contro la violenza sulle donne. Ancora oggi viene celebrata questa giornata ed a parlare della sua importanza è Vladimir Luxuria. Infatti l’ex deputato in un’intervista esclusiva ad ‘Inews 24’ dichiara: “Ci sono ancora femminicidi, il problema è attuale. Non bisogna mai abituarsi a leggere di questi episodi e durante il Covid il problema è enorme, visto che proprio le mura di casa spesso condannano la donna”. Poi continua e specifica i vari tipi di violenza oltre a quella fisica: “Anche la violenza psicologica è estremamente pericolosa, ed oltretutto se una donna si ribella l’uomo potrebbe reagire con la violenza fisica”. Parole di una persona alla quale passando da uomo a donna è stata fatta molta pressione psicologica.

Vladimir Luxuria sul revenge porn e sui giornalisti: “Come stupratori”

Vladimir Luxuria (Getty Images)

Interessante intervista a Vladimir Luxuria realizzata da ‘INews 24’, dove l’ex deputato parla della giornata contro la violenza sulle donne e non solo. Infatti a proposito del ‘revenge porn’ dichiara: “Se viene fatto girare un video di un uomo che fa sesso non fa nulla, ma se la protagonista è donna allora è una poco di buono. Ricordo che oltre ad essere un reato per chi diffonde, anche chi riceve e non denuncia è coinvolto. C’è chi ci ha rimesso la vita e si è suicidata”. Infine arriva anche l’attacco ai giornalisti ed organi di stampa: “Solo qualche giorno fa, Vittorio Feltri su Libero affermava che nel caso Genovese sarebbe stata della ragazza la colpa. Tutti i giornalisti che pensano che se l’è andata a cercare sono stupratori anche loro della dignità di una persona fisica e morale”.