Jole Santelli, ultimo saluto del Senato: ma la maggioranza non applaude

Non si placano le polemiche sulle dichiarazioni del senatore Nicola Morra su Jole Santelli. Al Senato si è scatenata una vera e propria bagarre sulla vicenda: ecco le ultime novità a riguardo

Jole Santelli (Facebook)
Jole Santelli (Facebook)

Jole Santelli ha rappresentato una figura di spicco nella politica calabrese. La Presidente della Regione, dopo solo 8 mesi di mandato, è deceduta lo scorso 15 ottobre, a causa di un arresto cardio-circolatorio. In Calabria, nonostante la brevità della sua presidenza, è stata amata da moltissimi e apprezzata alla guida di una regione complicata. Le manifestazioni del popolo e del mondo politico non sono mancate.

Purtroppo, negli ultimi giorni, sono esplose delle clamorose polemiche a seguito di alcune dichiarazioni del Senatore pentastellato Nicola Morra. Eletto nel 2018 come Presidente della Commissione Antimafia, le sue parole sulla pregressa malattia oncologica della Santelli hanno offeso i gruppi politici di centro-destra. La richiesta di dimissioni è stata immediata e ancora oggi, nonostante le scuse, il botta e risposta tra alcuni membri della maggioranza e le opposizioni non si placa.

LEGGI ANCHE >>> Guai per Nicola Morra: dopo le frasi orrende sulla Santelli sarà silurato

Jole Santelli, nuovo botta e risposta al Senato dopo le parole di Morra

Casellati (getty images)
Casellati (getty images)

E’ quanto successo al Senato negli ultimi giorni. Il pentastellato Giovanni Endrizzi si è scagliato in difesa di Morra, dicendo: “Un politico vero si vede dal coraggio di dire quello che gli altri tacciono“. La reazione della Casellati è stata ferrea e immediata: “Stiamo parlando di una persona che è morta, c’è un codice deontologico. Non si può infangare il nome di Jole Santelli“, ha detto interrompendo i lavori parlamentari. La Casellati parla in maniera esaltante dell’ex collega: “E’ stata una grande donna. Tutti abbiamo testimoniato il suo coraggio, il suo amore per la Calabria. Con lei la sua ragione ha perso una guida, un riferimento anche rispetto alla legalità”. Tutte le opposizioni, si sono strette in un caloroso applauso, ma non parte della maggioranza. Come riportato dalla Lega su Twitter in un video, molti senatori si possono notare, infatti, immobili durante l’ovazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calabria, Morra da brividi: “Jole Santelli era malata, è colpa vostra”