Selfie con la bara di Maradona, parla uno dei colpevoli. E gira un video fake…

La morte di Diego Armando Maradona ha sconvolto l’intero mondo, ma anche il selfie con la sua salma. In Argentina, la mobilitazione mediatica è stata forte. Di seguito le ultime novità

Maradona (getty images)
Maradona (getty images)

Il decesso di Maradona, probabilmente uno dei campioni di calcio più amati di tutti i tempi, ha scosso l’intero pianeta. Il campione argentino è morto a causa di un arresto cardiocircolatorio, ma è già riuscito a diventare immortale nel cuore di tutti coloro che l’hanno amato. E’ così che in Italia, soprattutto nella città di Napoli che l’ha fatto diventare un vero e proprio simbolo, la mobilitazione non è mancata, come anche le lacrime dei fans, scese copiose.

Ancor di più in Argentina, il popolo si è mosso in uno straordinario fiume di gente indirizzato alla camera ardente alla Casa Rosada. Proprio in quest’occasione un avvenimento decisamente deplorevole ha monopolizzato l’attenzione di tutti. Dei dipendenti delle pompe funebri hanno scattato delle foto insieme alla salma di Maradona. Un’azione che ovviamente non è affatto piaciuta a tutti i fans che l’hanno adorato in carriera e che l’hanno subito etichettata come una clamorosa mancanza di rispetto verso il Pibe de Oro.

LEGGI ANCHE >>> Maradona, le parole di Cabrini fanno infuriare Napoli: “Ora sarebbe vivo”

Maradona e il selfie vergognoso: parla il colpevole. Occhio al video fake

Maradona (getty images)
Maradona (getty images)

Claudio Fernandez e il figlio, i colpevoli del selfie della vergogna, sono diventati immediato bersaglio di forti critiche. L’uomo ha parlato a una radio locale per giustificarsi dell’accaduto: “Ci stavamo accomodando prima di prenderlo e mio figlio, come ogni bambino, ha alzato il pollice e hanno scattato la foto. Chiedo a tutti rispetto e perdono”. L’uomo lavora per le pompe funebri Pinier. E intanto la mobilitazione verso di loro è stata talmente forte che nelle ultime ore ha iniziato a girare un video che avrebbe visto l’uomo del selfie morto in un cassonetto. In realtà, si trattava di un vecchio filmato di marzo scorso, non attribuibile a questa vicenda.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Morte Maradona, gli ex compagni in lacrime: “L’ho visto nella bara” – VIDEO