Morte Maradona, gli ex compagni in lacrime: “L’ho visto nella bara” – VIDEO

La notizia della morte di Diego Armando Maradona ha simbolicamente unito l’Argentina con l’Italia, passando attraverso tutto il mondo calcistico e non. Il ricordo struggente di due suoi ex compagni.

maradona morte tifosi
Getty Images

Ha sconvolto veramente tutto il mondo del calcio, ma non solo, la scomparsa di Diego Armando Maradona. Il Pibe de Oro se ne è andato due giorni fa nella sua casa di Tigre, poco fuori Buenos Aires, stroncato da un arresto cardio circolatorio. Poche settimane fa si era sottoposto a un delicato intervento al cervello, meno di un mese fa aveva compiuto 60 anni. Il cordoglio di amici, ex compagni, giornalisti, calciatori, celebrità e gente comune si è raccolto metaforicamente attorno a Casa Rosalda, dove ieri è stata allestita la camera ardente del campione argentino.

Nelle ultime ore tante le testimonianze di suoi ex compagni di squadra e nazionale, che hanno voluto ricordare a modo loro, con racconti, aneddoti o semplici pensieri, colui che da molti è stato definito il più grande di tutti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Morte Maradona, guai per dipendenti pompe funebri

Morte Maradona: Goycochea e Bruscolotti in lacrime

Diego Maradona
Diego Maradona (Getty Images)

Sta diventando particolarmente virale il pianto disperato di un ex compagno di nazionale di Maradona. Goycochea, che fu il portiere dell’Argentina nel mondiale italiano del 1990, ha condiviso con il suo ex capitano un percorso che portò l’Albiceleste in finale contro la Germania dell’Ovest, poi trionfante. L’allora numero uno argentino, intervistato da una tv nazionale, si è lasciato andare a un pianto disperato, spiegando come l’aver visto Diego nella bara abbia rappresentato uno dei momenti più tristi della sua carriera.

È stato intervistato da una tv locale napoletana anche un ex compagno di club del Pibe de Oro, quel Bruscolotti che con la maglia dei partenopei assieme a Maradona vinse uno storico scudetto.

Fu uno dei compagni che legò di più con il campione argentino e che, anche in passato, aveva sempre descritto come un grande uomo e grande persona, sempre al servizio di chi divideva con lui lo spogliatoio.