Beccato senza mascherina, aggredito dagli agenti: conseguenze terribili

In Francia va in scena un vero e proprio massacro da parte di alcuni agenti di polizia ai danni di un uomo: aggredito perché senza mascherina. I video riprendono tutto e incastrano i poliziotti.

Aggressione Agenti
Il ragazzo, dal nome Michel, mentre viene picchiato dagli agenti (Screenshot Video Twitter)

Non c’è mai fine alla violenza della polizia contro cittadini comuni. Ogni tre per due siamo qui a documentare aggressioni messe in atto da agenti in uniforme che, invece di picchiare all’impazzata, dovrebbero garantire la sicurezza in altro modo. I soggetti della storia di oggi sono tre agenti e un uomo, possessore di uno studio di registrazione.

Nei filmati, che sono stati divulgati nelle scorse ore, si vedono gli agenti picchiare violentemente, e apparentemente senza motivo, l’uomo in questione. Quest’ultimo, conosciuto come Michel, cerca di liberarsi dimenandosi dalla situazione. Ma è tutto inutile, gli agenti picchiano ancora più forte, con una violenza inaudita. Finché, come testimonia il primo video, altri ragazzi non vengono in soccorso all’uomo gravemente ferito. Gli agenti scappano, ma non è finita lì.

Aggredito violentemente dagli agenti: “Era senza mascherina”, ma le telecamere riprendono tutto

Aggressione Agenti
L’aggressione da parte degli agenti (Scrrenshot Video Twitter)

Dicono di averlo visto girare per la strada senza mascherina, dove anche in Francia, e soprattutto a Parigi, è obbligatoria indossarlo da qualche settimana a questa parte. Una volta entrato nel suo studio, l’uomo è stato aggredito e chiuso dentro a esso.

Solo l’intervento di diversi ragazzi, accorsi evidentemente per le urla di disperazione, ha sbrogliato la situazione. Ma solo per un attimo. Gli agenti, una volta scappati, sono poi tornati con i rinforzi, lanciando dei lacrimogeni nello studio e arrestando così l’uomo.

Quest’ultimo, dopo aver passato diverse ore in questura, è stato poi rilasciato perché nessun fatto sussisteva. I tre agenti sono stati sospesi dai loro rispettivi incarichi e ora dovranno rispondere di aggressione ai danni dell’uomo, che ha dichiarato: “Mentre mi picchiavano volavano anche insulti razzisti nei miei confronti. Non avevo fatto nulla di male e di quello che loro dicono”.

In Francia, il problema delle aggressioni da parte di agenti, con tanto di insulti razzisti, è in aumento e una nuova legge sulla sicurezza potrebbe rendere più difficile la divulgazione di alcuni video fondamentali in episodi come questi.