Fa 450 km a piedi per sbollire una lite: ritrovato dopo una settimana

Un uomo percorre una distanza “assurda” pur di allontanarsi da casa, dove non sopportava più la moglie e i litigi con lei: la vicenda

lite coppia ritrovamento settimana
Pellegrino – Foto Getty Images

Aveva litigato con la moglie, poi è andato via e non è più tornato indietro. E’ l’incredibile storia riassuntiva di un uomo ritrovato dalla polizia, nei pressi del comune di Fano. Questa volta non ha trattenuto la sua arma migliore, quale la pazienza ed ha preso la decisione che a distanza di una settimana fa riflettere e discutere nelle case degli italiani. I litigi di coppia al giorno d’oggi sono molto frequenti. Vuoi per gelosia, vuoi per incomprensioni caratteriali, ma la storia del 48enne, finora non aveva conosciuto precedenti di questa portata. Di solito capita che uno dei due coniugi si allontana per un attimo dalla casa del “putiferio” per ritrovare la tranquillità prduta, nonchè restare un pò in solitaria a pensare qualcosa di rilassante o come affrontare il problema e riportare tutto nella norma, da individuo responsabile.

Un litigio anomalo: il ritrovamento del “pellegrino”

lite coppia ritrovamento settimana
Pellegrino – Foto Getty Images

Questa volta tv e telegiornali non hanno potuto fare a meno di raccontare l’impareggiabile storia di un uomo di 48anni, “viandante” da una settimana. Tutto era iniziato dopo l’ennesima discussione tra marito e moglie, finita con l’allontanamento l’uno dall’altra.

La coppia di sposi viveva in pieno centro a Como, finchè un’incompresione di troppo ha provocato l’allontanamento del marito da casa. Secondo il racconto del “Resto del Carlino”, l’uomo non ha più fatto ritorno a casa, anzi pur di distaccarsi definitivamente dalla “ferocia” verbale della moglie ha deciso di intraprendere un cammino interminabile.

Il “pellegrinaggio” è durato una settimana circa, finchè la polizia scorge sul ciglio della strada, nei pressi di Fano, nelle Marche, l’ombra di un uomo che zoppica infreddolito e con il morale sotto i tacchi. Lo stesso è stato poi portato in caserma per le dovute interrogazioni, mentre la moglie apprende la notizia del ritrovamento.

Polizia (Getty Images)

Il 48enne lombardo spiega alla polizia come è riuscito a sopravvivere dopo aver percorso la “bellezza” di 450 chilometri a piedi. Un viaggio durato una settimana, con l’obiettivo di smaltire la rabbia, accumulata dalle continue controversie di coppia: non vi sembra abbia esagerato? Cosa ne pensate?