Lite per un euro, gli tagliano la gola: ora rischia la vita

Una lite per un euro. E’ successo al supermercato, due uomini sono arrivati alle mani dopo un acceso diverbio: 33enne in pericolo di vita

Persone in fila al supermercato
Persone in fila al supermercato (GettyImages)

Una lite scaturita per l’euro del carrello. E’ successo in un supermercato di Anzio (Roma), dove un 25enne ha aggredito un uomo di 33 anni ferendolo con i cocci di una bottiglia di vetro. La rissa è cominciata dopo un diverbio tra i due, scaturito dal carrello della spesa. Da quanto si apprende dalle prime ricostruzioni, pare che il più giovane avesse chiesto all’uomo di posare il carrello in fila per appropriarsi della moneta.

La risposta negativa del 33enne ha scaturito la zuffa tra i due, venuti violentemente alle mani. Il ragazzo di 25 anni, nel bel mezzo della colluttazione avrebbe dunque afferrato un coccio di vetro da terra, ferendo gravemente alla gola l’uomo di 33. Trasportato immediatamente all’ospedale, ha rischiato di morire dissanguato

Lite per l’euro del carrello: le condizioni del ferito

ambulanza
Ambulanza (Fonte GettyImages)

Una rissa cominciata per un motivo futile, come del resto purtroppo spesso accade tra sconosciuti per la strada. Questa volta il motivo è stato l’euro del carrello per fare la spesa. In un supermercato del litorale sud di Roma, ad Anzio, la zuffa tra un 25enne e un 33enne. L’uomo di 33 anni, prima soccorso dai testimoni della lite, poi trasportato in ospedale, ha rischiato la vita per una profonda ferita al collo.

I medici hanno ricucito il taglio con ben 50 punti di sutura alla gola. Intanto l’aggressore è stato fermato dagli uomini della polizia locale –  mentre si allontanava ancora sporco di sangue dal luogo della lite – che l’hanno denunciato di tentato omicidio. L’uomo di 33 anni al momento sarebbe fuori pericolo, fortunato vista la delicatissima zona in cui è stato colpito. Mentre il ragazzo si trova già in carcere